AFRICA/SUDAN - Ancora bombardamenti nel Nilo Blu

martedì, 31 luglio 2012

Khartoum (Agenzia Fides)- Gli “Antonov” sudanesi (aerei da trasporto convertiti in bombardieri) hanno sganciato 37 bombe su villaggi e civili nello Stato del Nilo Blu. Lo riferisce il Sudan Catholic Radio Network che cita Arnu Ngattulu Lodi, portavoce dell’SPLM-North (Movimento di Liberazione del Popolo Sudanese-Nord), il gruppo di guerriglia che si batte nello Stato, appartenente al Sudan e confinante con il Sud Sudan.
Secondo il portavoce le bombe hanno colpito il villaggio di Ora-Balila, uccidendo tre civili e ferendone altri 11.
Ngattulu ha aggiunto che il nuovo bombardamento è volto a soffocare la possibilità di raggiungere un accordo sulla situazione umanitaria nello Stato del Nilo Blu e delle Montagne Nuba, nei colloqui indiretti di Addis Abeba in Etiopia.
Nella capitale etiopica si tengono i colloqui sotto l’egida della mediazione dell’Unione Africana, per risolvere i contenziosi territoriali e legati alla spartizione dei proventi del petrolio tra Sudan e Sud Sudan. I due Stati si accusano a vicenda di appoggiare gruppi armati di opposizione che operano nei rispettivi territori, tra i quali c’è l’SPLM-North. Khartoum accusa infatti Juba di fornire assistenza a questo movimento che del resto si richiama anche nel nome, all’attuale partito al potere nel Sud Sudan (SPLM).
Tra territori contesi tra i due Stati vi sono anche le Montagne Nuba, che fanno parte dello Stato sudanese del Nilo Blu. Le tensioni tra i due Paesi sono sfociate in incidenti di frontiera e nel bombardamento da parte dell’aviazione di Khartoum di alcune aree del Sud Sudan. L’ultimo attacco risale al 20 luglio quando aerei sudanesi hanno colpito un villaggio nello Stato sud sudanese di Bahr-El-Ghazal-Nord. (L.M.) (Agenzia Fides 31/7/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network