AMERICA/CILE - Un progetto di “Case condivise” per le persone che vivono in strada

venerdì, 15 giugno 2012

Santiago de Chile (Agenzia Fides) - In Cile 12.255 persone vivono per strada, tra queste 2.003 sono adulti e 725 bambini. Secondo il "Catasto di Strada" realizzato dal Ministero per lo Sviluppo Sociale nel 2011, il 77% di costoro lavorano come venditori ambulanti e parcheggiatori o fanno le pulizie nelle fabbriche. Mangiano due volte al giorno e subiscono discriminazioni: il 22% denuncia aggressioni o maltrattamenti da parte di gruppi criminali o bande armate, il 16% da parte della polizia e il 13% dagli stessi passanti. Per far fronte a questa emergenza, è stato appena lanciato un progetto di “Case Condivise”, dove le persone che vivono in strada usufruiscono di un’abitazione affittata dal Ministero per lo Sviluppo Sociale, e con i guadagni di ognuno condividono le spese comuni. Nel centro di Santiago, dove attualmente si registrano temperature molto basse, centinaia di persone aspettano studenti volontari che la sera portano loro cibo, pane e uova, e fanno la fila per avere un piatto caldo di pasta o legumi. (AP) (15/6/2012 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network