AFRICA/GUINEA BISSAU - La Chiesa continua ad investire nei giovani, speranza di un futuro migliore

mercoledì, 9 maggio 2012

Bissau (Agenzia Fides) – La diocesi di Bissau e quella di Bafatá hanno celebrato, dal 4 al 6 maggio, la loro “Giornata della Gioventù”. Il Vescovo ausiliare di Bissau, Sua Ecc. Mons. José Lampra Cá, si è ritrovato con i giovani della sua diocesi a Farim, mentre Sua Ecc. Mons. Pedro Carlos Zilli, Vescovo di BafatḠha vissuto questo evento a Buba. Secondo le informazioni inviate all’Agenzia Fides dalla curia di Bissau, i giovani iscritti all’evento della diocesi di Bissau erano 1.029, ma si calcola che effettivamente siano stati circa 1.300. A Buba si sono ritrovati 530 giovani provenienti da tutte le parrocchie e le missioni della diocesi di Bafatá. Il tema comune era quello della XXVII Giornata Mondiale della Gioventù di questo anno 2012: "Siate sempre lieti nel Signore" (Fil 4,4), sottolineando le parole del Papa: "La gioia è un elemento centrale dell'esperienza cristiana".
Oltre a questo tema, a Buba, partendo dalla Lettera pastorale di Mons. Zilli, "La speranza non delude", si è riflettuto anche su: "I giovani, speranza di una Guinea migliore". I giovani della diocesi di Bafatá sono stati introdotti nel clima della prossima Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro, nel 2013, in quanto è stato presentato il logo ufficiale ed il tema: "Andate e ammaestrate tutte le nazioni" (cfr. Mt 28, 19). Le Giornate sono state scandite da momenti di riflessione, da un concorso musicale, da una intensa preghiera e dalla Messa.
Al termine della Messa della Giornata della Gioventù a Buba, domenica 6 maggio, Mons. Pedro Zilli ha evidenziato che "le Giornate della Gioventù a Farim e Bafata rivelano che, nonostante le difficoltà causate dal colpo di stato militare del 12 aprile, i nostri giovani continuano a credere in nuove possibilità più in sintonia con la dignità dei guineani, e che la libertà religiosa è profondamente rispettata nel nostro amato paese. Mostrano che la Chiesa, attraverso le diocesi, le parrocchie e le commissioni, continua ad investire nei giovani, speranza di un futuro migliore". (SL) (Agenzia Fides 09/05/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network