AMERICA/CUBA - I Vescovi invitano “tutto il popolo di Cuba” ad accogliere Papa Benedetto XVI preparandosi con 3 giorni di preghiera e missione

venerdì, 2 marzo 2012

L’Avana (Agenzia Fides) – “I Vescovi di Cuba desiderano invitare tutto il popolo a ricevere il Santo Padre Benedetto XVI con l'amore e l'entusiasmo per colui che viene nel nome del Signore” si legge nella lettera della Conferenza Episcopale Cubana (COCC) pubblicata ieri, primo marzo. “Mancano solo 25 giorni per avere fra noi il Papa, a Cuba. E' interessante notare che il destinatario della lettera dei Vescovi non siano solo i fedeli della Chiesa cattolica, ma tutto il popolo di Cuba” ha rilevato il Segretario esecutivo della Conferenza Episcopale, don José Felix Perez, durante la presentazione del testo.
La lettera, di cui copia è pervenuta all'Agenzia Fides, spiega con parole semplici: “Il Papa sta arrivando nel nostro paese come Pellegrino della Carità. Come sappiamo la carità è il nome che i cubani danno alla Vergine Maria, Madre di Gesù Cristo, e con questo nome ha accompagnato, protetto e rialzato il nostro popolo in tutte le fasi della nostra storia da 400 anni. Ha una particolare rilevanza la visita del Papa a Cuba nell'Anno Giubilare Mariano, dopo la preparazione che da tre anni hanno vissuto le comunità e con i ricordi indimenticabili del percorso gioioso dell'immagine della Vergine Mambisa lungo tutto il nostro paese”.
I Vescovi chiedono ai fedeli l’impegno di una preparazione di 3 giorni: "Invitiamo tutti i fedeli, durante la settimana prima dell'arrivo del Papa, a dedicare tre giorni alla preghiera e alla missione. L'Anno Giubilare 2012 è dedicato a ringraziare Dio per il dono che ci ha fatto la Vergine della Carità, a realizzare con grande generosità l'amore cristiano, a fare un pellegrinaggio al Santuario del Cobre e così, avremo anche l'opportunità di meditare sugli insegnamenti che il Santo Padre ci lascerà, per rafforzare le radici cristiane della nostra nazione".
La lettera ricorda poi il programma della visita del Santo Padre e invita a partecipare alle due celebrazioni eucaristiche previste: nella Plaza Antonio Maceo (il 26 marzo) e all'Avana, mercoledì 28 marzo, nella Plaza José Martí. (CE) (Agenzia Fides, 02/03/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network