AMERICA - “Educare la Chiesa della nostra regione verso una coscienza più missionaria”: la Presidenza del Celam in udienza dal Papa

mercoledì, 6 aprile 2011

Roma (Agenzia Fides) – “E’ una gioia molto speciale poterLa incontrare come Presidenza del CELAM ora che concludiamo i nostri quattro anni da quando abbiamo assunto l'incarico per conto dei nostri fratelli Cardinali, Arcivescovi e Vescovi dell'America Latina e dei Caraibi, nel luglio 2007”: inizia così il saluto al Santo Padre Benedetto XVI pronunciato dal Cardinale Raymundo Damasceno Assis, Arcivescovo di Aparecida, Presidente del CELAM, ricevuto in udienza con la Presidenza del CELAM il 31 marzo. Secondo il testo inviato all’Agenzia Fides, il Cardinale ha messo in evidenza che l’inizio della Missione Continentale ha fatto prendere coscienza che la Chiesa cattolica è viva e genera vita in tutta l’attività ecclesiale del continente.
“In effetti la Missione Continentale è stata il compito centrale che ha mosso il CELAM in questi 4 anni, ed è ancora lontano dall'essere esaurito per realizzare pienamente il suo obiettivo: educare la Chiesa della nostra regione verso una coscienza più missionaria e da discepola che, in Cristo, possa portare la nostra gente ad una vita più piena e vera, più giusta e fraterna. Una Chiesa di discepoli e in missione permanente. Grazie per il richiamo alla V Conferenza (di Aparecida) e alla Missione Continentale” ha detto il Cardinale al Santo Padre.
Il Card. Damasceno Assis ha poi citato alcuni contributi particolari offerti dal Papa nel suo magistero ordinario universale, utili alla guida e alla realizzazione della Missione Continentale: l'Anno sacerdotale, l’enciclica Caritas in Veritate, l’esortazione apostolica Verbum Domini, la creazione dell'organismo nella Curia Romana per la Nuova Evangelizzazione. “Il termine ‘Nuova Evangelizzazione’ e il suo contenuto molto vasto, sono temi familiari alle nostre Chiese - ha concluso il Presidente del CELAM - e con lo slancio della Missione Continentale sta acquistando una dimensione di responsabilità missionaria in modo più chiaro e deciso”. (CE) (Agenzia Fides, 06/04/2011)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network