AFRICA/TANZANIA - È nato il primo Mercato Comune dell’Africa

venerdì, 2 luglio 2010

Arusha (Agenzia Fides) - È entrato ufficialmente in vigore il 1° luglio 2010 il Mercato Comune della Comunità Economica dell'Africa Orientale (EAC), al quale aderiscono Kenya, Tanzania, Uganda, Rwanda e Burundi.
Secondo quanto stabilito da un accordo raggiunto nel novembre 2009 ad Arusha (Tanzania), dove ha sede l’EAC, i 5 Paesi dell’Africa centro-orientale hanno dato vita al primo mercato comune del continente che prevede la libera circolazione di persone, servizi, merci e capitali tra i partecipanti.
Secondo il Ministro keniano per l’integrazione regionale, il mercato comune sarà pienamente operativo solo nel 2015, perché occorre ancora armonizzare le diverse legislazioni nazionali.
Il prossimo passo è la creazione di un’Unione Monetaria. Entro dicembre di quest’anno le Banche centrali nazionali dei cinque paesi membri della Comunità dovranno creare un meccanismo per facilitare gli scambi di valuta all’interno dell’EAC. Attualmente infatti quando un abitante di uno dei Paesi della Comunità si reca in un altro Stato partner, in genere usa valuta straniera (dollari, euro) come mezzo di scambio. Secondo gli accordi presi ad Arusha dai governatori delle Banche Centrali dei 5 Stati dell’AEC, dal gennaio 2011 sarà possibile usare la propria valuta in un altro Stato della Comunità. Si vuole infine creare un sistema che faciliti i pagamenti all’interno dell’area AEC.
La creazione della zona di libero scambio dell’EAC ha suscitato l’attenzione di partner esterni. La Turchia intende negoziare con la Comunità un’intesa di libero scambio e un accordo quadro per facilitare gli investimenti. Dal 28 al 30 settembre 2010 a Dar es Salaam, capitale della Tanzania, si terrà inoltre un forum d’affari tra la Turchia e l’EAC. (L.M.) (Agenzia Fides 2/7/2010)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network