http://www.fides.org

Africa

2010-04-16

AFRICA/MAROCCO - Riunione dei Vescovi dell’Africa del Nord, dal 20 al 24 aprile a Rabat

Rabat (Agenzia Fides)- Dal 20 al 24 aprile si terrà a Rabat (Marocco) la riunione della CERNA (Conférence Episcopale Régionale du Nord de l’Afrique). La riunione, afferma un comunicato inviato a Fides, verrà presieduta da Sua Ecc. Mons. Maroun Lahham, Vescovo di Tunisi e Vice-Presidente della CERNA. Parteciperanno all’incontro i Vescovi e i Vicari generali di Algeria, Libia, Marocco e Tunisia, il Prefetto Apostolico del Sahara occidentale e il Vicario Generale di Nouakchott (Mauritania).
Tra i temi all’ordine del giorno vi è un esame approfondito della vita nei Paesi della CERNA e della situazione della Chiesa ad un anno dal precedente incontro di Tunisi nel giugno 2009 (vedi Fides 17/6/2009). “In particolare - afferma il comunicato - vi sarà uno scambio di opinioni sulle espulsioni dei missionari cristiani dal Marocco e dagli altri Paesi, e sulle difficoltà incontrate nell’esercizio della libertà di culto e della liberà religiosa, ma verranno anche ricordati i segni di speranza presenti”. Un altro punto all’esame riguarda la pastorale dei migranti, perché il Nord Africa accoglie numerosi fedeli provenienti dall’Africa sub-sahariana.
I 4 Vescovi della CERNA che hanno partecipato alla II Assemblea Speciale per l’Africa del Sinodo dei Vescovi presenteranno una relazione sul Sinodo e la CERNA rifletterà su come tradurre gli orientamenti emersi nell’Assemblea nelle Chiese dell’Africa settentrionale.
I Vescovi esamineranno inoltre i Lineamenta dell’Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per il Medio Oriente, alla quale diversi di loro parteciperanno, in particolare sulle questioni che riguardano le relazioni islamico-cristiane. Alla luce dell’Anno Sacerdotale, infine, i Vescovi orienteranno i loro sforzi perché tutti i sacerdoti in servizio nell’Africa del Nord (religiosi, diocesani, Fidei Donum) costituiscano un vero presbiterio, secondo la dinamica promossa dal Concilio Vaticano II. (L.M.) (Agenzia Fides 16/4/2010)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network