ASIA/SIRIA - Marcia francescana sui passi di San Paolo

venerdì, 26 settembre 2008

Damasco (Agenzia Fides) – Hanno marciato, hanno pregato, hanno sperimentato la precarietà, hanno condiviso gioie e difficoltà del viaggio, camminando sulle orme di San Paolo, per attingere da lui lo spirito degli autentici apostoli: è stata questa la straordinaria esperienza di un gruppo di giovani di diversi paesi del Medio Oriente che, accompagnati da alcuni religiosi e religiose della Famiglia francescana, hanno vissuto di recente la “Marcia francescana” in Siria sui passi di San Paolo.
Come comunica all’Agenzia Fides la “Custodia francescana di Terra Santa”, il tema della marcia francescana in Siria, giunta alla sua quarta edizione annuale, è stato: “Paolo, da persecutore ad Apostolo di Gesù Cristo”.
“San Paolo ci è stato guida per conoscere, amare e seguire il nostro Dio”, racconta fra Firas Lutfi Ofm, animatore vocazionale per la Siria. La marcia è infatti una iniziativa nata per promuovere nei giovani un discernimento vocazionale maggiormente approfondito, grazie all’esperienza del cammino, della preghiera, della lettura della Bibbia, del quotidiano confronto con altri religiosi.
“Noi, giovani della Siria, paese in cui avvenne il più grande avvenimento nella vita di San Paolo – la chiamata sulla via di Damasco – abbiamo voluto camminare e pregare riflettendo sull’importanza di questo evento anche in riferimento alla nostra storia personale”, affermano i partecipanti.
Per entrare nel pensiero di Paolo è necessario partire da Damasco, il momento della sua prima illuminazione: per questo l’itinerario della marcia francescana è partito da Damasco e ha poi percorso la zona del Nord, toccando Ghassanieh, Yacubieh e Knayeh, luoghi che ricordano le origini della Chiesa apostolica in Siria, poco distanti dalla città di Antiochia (altro luogo paolino in Turchia).
La partecipazione dei giovani – notano gli organizzatori– è stata davvero significativa, sia per l’alto numero che per la varietà delle provenienze (Giordania, Libano, Iraq, Egitto). I molti “colori nazionali” dei partecipanti hanno offerto un elemento di ricchezza e scambio di doni culturali.
Inoltre, per celebrare l’Anno giubilare di San Paolo, S. Ecc. Mons. Giuseppe Nazzaro, Vicario Apostolico della Siria, ha concesso ai marciatori l’indulgenza plenaria, regalando un ulteriore motivo di gioia e un “pezzetto di Paradiso” ai giovani partecipanti.
(PA) (Agenzia Fides 25/9/2008 righe 28 parole 288)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network