EUROPA/PORTOGALLO - Le Chiese di lingua portoghese di tutti i continenti si incontrano in Cina, per favorire una maggiore conoscenza, stringere legami di fraternità e incrementare lo spirito missionario

martedì, 23 settembre 2008

Macao (Agenzia Fides) - I Presidenti delle Conferenze Episcopali e i Vescovi residenti nei Paesi di lingua portoghese (Angola, Brasile, Capo Verde, Guinea, Macao, Mozambico, Portogallo, Sao Tome e Timor Est), dal 24 al 28 settembre si riuniranno a Macao (Cina) per riflettere sulle “Responsabilità sociali dei cristiani nell’epoca della globalizzazione”.
Questo 8º Incontro delle Chiese di lingua portoghese cerca di aumentare la conoscenza e le relazioni tra le differenti comunità ecclesiali, oltre a riflettere sulle grandi questioni che interessano la vita della Chiesa e della società, cercando “di trovare forme di cooperazione e partecipazione per potenziare la loro azione”, come si legge nel programma. Il Vescovo di Macao, Mons. José Lai, parteciperà il primo giorno con una relazione su “La Cina e la Chiesa Cattolica”.
La delegazione portoghese sarà costituita da Mons. Jorge Ortiga, Presidente della Conferenza Episcopale Portoghese (CEP), Mons. Carlos Azevedo e Padre José María. In rappresentanza della Conferenza Episcopale Brasiliana ci sarà Mons. Luis Soares Vieira, Arcivescovo di Manaus e Vicepresidente della Conferenza di Vescovi del Brasile (CNBB), e Mons. Joao Alves due Santos, Vescovo di Paranaguá e Responsabile della Pastorale Afro-brasiliana.
Secondo quanto affermato da Mons. Jorge Ortiga, Presidente della Conferenza Episcopale Portoghese (CEP), questi incontri “sono nati con il desiderio di condividere la nostra vita, le nostre carenze e i nostri limiti, per creare uno spirito di cooperazione”. “Le diverse Chiese hanno una responsabilità sociale - continua il Presidente della CEP – e per questo motivo vogliamo creare una circolazione effettiva di beni. La Conferenza Episcopale Portoghese ha istituito per questo scopo un fondo di solidarietà, che distribuisce in conformità alle richieste che riceve”.
Per Mons. Luis Soares, “questi incontri aiutano a fortificare i legami di fraternità tra i Paesi di lingua portoghese”. In questo modo “la CNBB cerca di stringere amicizia con gli Episcopati africani”. In particolare l’incontro vuole risvegliare lo spirito missionario, avendo il Brasile mandato vari missionari in Africa.
La precedente riunione dei Vescovi di lingua portoghese ebbe luogo a Fatima (Portogallo) nell’ottobre 2006 (vedi Fides 17/10/2006) e contò per la prima volta sulla partecipazione dei rappresentanti di Macao e Timor-est (RG) (Agenzia Fides 23/9/2008)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network