http://www.fides.org

Asia

2003-12-05

ASIA/INDIA - DALL’INDIA NORDORIENTALE AL BRASILE: IN MISSIONE QUATTRO RELIGIOSE DELL’ASSAM

Guwahati (Agenzia Fides) – La missione ad gentes non si ferma, anche in mezzo a difficoltà, violenza e conflitto. Secondo informazioni dell’Agenzia Fides, quattro suore dell’Assam, stato dell’India nordorientale attraversato da fermenti di violenza etnica, sono partite in missione per il Brasile. Le religiose sono Suore Missionarie di Maria Aiuto dei Cristiani, congregazione diocesana fondata nel 1942 dal salesiano Mons. Stephen Fernando, Arcivescovo di Shillong. E’ la congregazione con il maggior numero di religiose nell’area: ben 800 sono impegnante nella catechesi, nell’istruzione, servizi sociali, orfanotrofi, assistenza ospedaliera. Fondato negli anni della Seconda Guerra Mondiale, l’ordine ha accolto numerose religiose straniere e oggi è un vero crogiuolo di razze ed etnie, ospitando religiose di oltre 40 gruppi etnici dell’India, che lavorano in 43 diocesi e in numerosi paesi esteri.
Le quattro suore lavoreranno nel vasto paese latinoamericano nelle diocesi di Nova Iguacu, Sao Miguel Arcanjo e Rio, e saranno coinvolte nella formazione, animazione spirituale, evangelizzazione, insegnamento.
Durante la celebrazione del mandato missionario, la Superiora Generale dell’Ordine, suor Mary Thadavanal, ha invitato le suore ad essere sempre “piene di spirito, mantenendo ferma la loro identità di cristiane e missionarie in qualunque posto si trovassero ad operare”. La Superiora ha consegnato a ciascuna consorella una Croce missionaria. “Siamo chiamate a portare il Vangelo a tutte le genti. Dio che ci ha chiamato ci aprirà la strada in mezzo alle difficoltà. Essere missionari significa uscire dall’area dove ci sono comodità e confort e servire la persona nel modo più autentico”, ha sottolineato la Madre Generale, ricordando le parole del fondatore: “Riponi tutta la tua fiducia in Dio, offri a Lui tutte le tue paure e il tuo amore. Egli si prenderà cura di te”.
(PA) (Agenzia Fides 5/12/2003 lines 29 words 295)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network