VATICANO - VERSO IL SACERDOZIO a cura di mons. Massimo Camisasca - “La continua educazione della liturgia”

venerdì, 7 luglio 2006

Città del Vaticano (Agenzia Fides) - La liturgia è, in un certo senso, il primo luogo di educazione e di formazione per un seminarista e continua ad esserlo per il prete, con una profondità sempre maggiore. Essa è un avvenimento che dà forma alla vita, è la forma originale della nostra conoscenza di Cristo.
Nella liturgia Cristo si dona a noi e diventa, dentro di noi e al di là di noi stessi, fonte di conoscenza. Questo vale sia per i sacramenti che per la liturgia delle ore. Perciò non è possibile che una tensione alla conoscenza di Cristo dimentichi la partecipazione consapevole alla liturgia come esperienza di Cristo, come comunicazione a noi della sua sapienza attraverso la conoscenza dell’Antico e del Nuovo Testamento, come preghiera di Cristo e a Cristo.
La liturgia è la scuola formidabile del nostro essere e del nostro sapere. Educare alla liturgia è tutt’altro che gusto per un estetismo liturgico, o tentativo di rendere interessante ciò che ha smesso di esserlo per l’arbitrarismo di nostre parole o di nostri gesti. È invece educazione alla forma essenziale della vita cristiana e della sua missione. (Agenzia Fides 7/7/2006 - Righe 13; Parole 193)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network