http://www.fides.org

Asia

2003-07-23

ASIA/VIETNAM - “GRANDE SPERANZA PER LA VITA RELIGIOSA IN VIETNAM”, DICE ALL’AGENZIA FIDES IL VESCOVO SALESIANO DI BUI CHU, ORGANIZZATORE DEL PRIMO INCONTRO NAZIONALE DEI RELIGIOSI VIETNAMITI DOPO 50 ANNI - IN CRESCITA GLI ISTITUTI RELIGIOSI LOCALI

Bui Chu (Agenzia Fides) – “Siamo felici. Nutriamo grandi speranze per la crescita della vita religiosa in Vietnam, in qualità e quantità. Continueremo a lavorare soprattutto per la formazione”: sono le parole dette in colloquio con l’Agenzia Fides da Mons. Joseph Hoang Van Tiem, Vescovo salesiano di Bui Chu, nel Sud del Vietnam, raccontando i frutti dell’ incontro nazionale dei rappresentanti dei religiosi nel paese, tenutosi l’8 luglio presso la sua residenza di Bui Chu. L’incontro è il primo che la Chiesa vietnamita riesce a organizzare negli ultimi 50 anni di travagliata storia del paese. Vi hanno preso parte 21 rappresentanti degli Ordini religiosi da tutte le diocesi del Vietnam.
Mons. Hoang Van Tiem è responsabile della Commissione Episcopale per i Religiosi, istituita nel 2001. “Il fine della riunione – spiega il Vescovo all’Agenzia Fides – era stimolare la vita religiosa in Vietnam per vivere secondo le indicazioni della Madre Chiesa. I partecipanti sono stati molto contenti, hanno vissuto un’esperienza di comunione e condivisione. L’aspetto più importante su cui occorre concentrarsi è la formazione, che è fondamentale per tutti noi”. Mons. Van Tiem nota che ”nel Sud del paese la vita per i religiosi è più facile, mentre al Nord tutto è più difficile: sopravvivono un controllo più stretto, e alcune congregazioni soffrono per difficoltà economiche e sono costrette a mandare i propri aspiranti e novizi a studiare nel Sud”.
I presenti all’incontro hanno mostrato il desiderio di rinnovarsi nella vita religiosa, impegnandosi nella fede e nella carità, per vivere il Vangelo nei luoghi dove operano. I religiosi in Vietnam sono impegnati nell’educazione, sanità, servizio sociale e cultura. Tutti i delegati hanno sottolineato che, per essere fedeli alla propria vocazione e svolgere un servizio utile, occorre vivere una profonda vita spirituale, in quanto la contemplazione è una dimensione essenziale della vita religiosa.
La Commissione per i Religiosi aiuta tutti gli Ordini presenti in Vietnam e cura che essi abbiano un buon rapporto con i Vescovi. Organizza giornate di preghiera e iniziative di promozione vocazionale e traduce i documenti della Chiesa e i discorsi del Papa sulla vita religiosa. “Il Signore continua a donarci vocazioni – sottolinea mons. Van Tiem – e in Vietnam sono in crescita gli istituti religiosi locali”. Il Vescovo, nella sera precedente l’incontro, ha rivolto un messaggio a oltre 1.000 ragazzi e ragazze, fra aspiranti e candidati a entrare in istituti religiosi, convenuti per l’apertura della conferenza.
In Vietnam vi cono 46 congregazioni femminili, 25 maschili e 19 istituti secolari. I religiosi sacerdoti sono 474, i religiosi non sacerdoti 1.487, le suore 9.584. Vi sono poi 1.844 seminaristi, fra diocesani e religiosi.
(PA) (Agenzia Fides 23/7/2003 lines 39 words 468)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network