ASIA/PAKISTAN - Per i cristiani un Natale tra imponenti misure di sicurezza

mercoledì, 19 dicembre 2018 persecuzioni   violenza   terrorismo   minoranze religiose   diritti umani  

Islamabad (Agenzia Fides) - Sono oltre 1.500 i poliziotti impiegati nelle città gemelle di Islamabad-Rawalpindi per garantire la sicurezza delle chiese, di quartieri e istituti cristiani, durante il periodo di Natale. Simili disposizioni riguardano le altre maggiori città pakistane, come Karachi e Lahore, dove si vogliono scongiurare minacce terroristiche. Come appreso dall'Agenzia Fides, lo speciale piano per tutelare la celebrazione religiosa del Natale in Pakistan, disposto dalle autorità di polizia, è pronto per essere implementato, e le unità di polizia hanno già iniziato a visitare le chiese per vedere i luoghi e predisporre adeguate misure di protezione.
“I funzionari di polizia hanno assicurato cooperazione e pieno supporto per le celebrazioni del giorno di Natale. Agenti saranno schierati nelle chiese di tutta la città, specialmente durante le messe della notte di Natale e del giorno”, riferisce all'Agenzia Fides p. Mario Rodrigues, rettore della Cattedrale di San Patrizio a Karachi. E aggiunge: "Dopo l'assoluzione di Asia Bibi, la situazione è molto delicata e nutriamo delle preoccupazioni. Stiamo pregando perché tutto vada per il meglio".
Nei giorni scorsi circa quindici rappresentanti delle comunità cristiane di varie confessioni hanno avuto un incontro con i funzionari del Commissariato di polizia a Karachi, per parlare delle necessità esistenti e aiutare a dislocare il personale addetto. L'Ispettore Generale della Provincia del Sindh, Syed Kaleem Imam, ha confermato che "sarà garantita ai cristiani una protezione straordinaria durante il periodo natalizio”.
La polizia ha inoltre organizzato sessioni di addestramento per i volontari in servizio nelle chiese, che coadiuveranno i servizi di sicurezza nel periodo di Natale. P. Mario informa: “Più di 150 uomini cristiani sono addestrati per fornire questo servizio”.
A Lahore più di 10.000 poliziotti saranno presenti per proteggere le chiese delle aree sensibili, i quartieri cristiani e i parchi dove i fedeli si raduneranno per festeggiare il Natale. Come reso noto dalla Sovrintendenza dopo un incontro con i rappresentanti cristiani di Lahore, “squadre speciali della polizia saranno impegnate in pattugliamenti intorno alle chiese per assicurare i massimi standard di sicurezza”, mentre saranno installate telecamere a circuito chiuso in alcuni luoghi sensibili.
Il Pastore Adeel Patras Chaudry, vicepresidente di "Jesus Life TV", canale televisivo cristiano pakistano, dichiara a Fides: "In occasione del Natale, noi cristiani del Pakistan preghiamo in special modo per la pace. Abbiamo fiducia che il governo e la polizia sapranno fornire la dovuta sicurezza ai cittadini. Preghiamo anche per loro, impegnati in questo importante e rischioso servizio". (AG) (Agenzia Fides 19/12/2018)


Condividi: