AMERICA/MESSICO - Il Vescovo di Huatla lancia l’allarme siccità nella Sierra Mazateca di Oaxaca

martedì, 30 maggio 2017

Internet

Oaxaca (Agenzia Fides) – Dopo oltre 20 giorni senza pioggia, la regione mazateca sta attraversando la peggiore crisi mai avuta a causa della siccità, insieme alla cronica mancanza di servizi medici. Questa situazione ha già fatto registrare la morte di tanta gente povera. Lo ha dichiarato, in una nota pervenuta a Fides, Sua Ecc. Mons. José Armando Álvarez Cano, Vescovo di Huautla. Il Vescovo, venuto a conoscenza che i decessi riguardano prevalentemente bambini e persone anziane, ha esortato l’intervento immediato del governo federale e statale.
Mons. Cano spiega che quando non piove, a Huautla de Jiménez, migliaia di indigeni affollano le grotte più vicine per fare rifornimento di acqua stagnante, percorrendo a piedi, andata e ritorno, almeno tre chilometri in salita dalle rispettive abitazioni. Il Vescovo aggiunge che a Huautla manca la rete di acqua potabile e la maggior parte delle famiglie raccoglie l’acqua piovana per l’uso e il consumo personale. Il consumo di acqua di questo tipo è la causa di migliaia di casi di gastroenterite che rimangono incurate per la mancanza di farmaci. La siccità sta colpendo gli oltre 120 mila abitanti dei 19 municipi che formano la regione mazateca. La gente non ricorda un periodo così secco da almeno 15 anni.
(AP) (30/5/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network