AMERICA/HONDURAS - Per due terzi dei bambini andare a scuola è un pericolo per la loro sicurezza

venerdì, 16 dicembre 2016 istruzione  

Ministerio de Educación del Perú - Prensa

Tegucigalpa (Agenzia Fides) – In Honduras solo un terzo dei bambini riesce ad avere accesso all’istruzione in modo sicuro. La violenza generale che vive il Paese obbliga infatti le famiglie a scegliere se nascondere i propri figli in casa o aiutarli a scappare, la maggior parte delle volte da soli. L’allarme arriva dal Norvegian Refugee Council (NRC). “Il mondo non può continuare a rimanere indifferente di fronte a bambini che vengono uccisi mentre si stanno recando a scuola, nè può rimanere in silenzio quando le bande criminali controllano i territori delle scuole seminando terrore” segala il direttore del NRC in Honduras.
Secondo informazioni raccolte da Fides, attualmente almeno 174 mila persone sono state costrette a lasciare il Paese. I genitori aiutano i figli a fuggire per mettere in salvo la loro vita, la maggior parte cerca di arrivare negli Stati Uniti. Il Governo statunitense ha registrato oltre 10 mila casi di bambini honduregni arrivati da soli, in fuga da violenza e insicurezza, nel periodo che va tra ottobre 2015 e settembre 2016. L’Honduras è uno dei Paesi dove si registra il tasso più alto di omicidi nel mondo. Nella prima metà del 2016, sono stati assassinati 61 minori, tra 10 e 14 anni di età, ogni 100 mila abitanti. La cifra aumenta in maniera drastica tra i giovani nella fascia di età tra 15 e 19 anni, con 102,8 omicidi ogni 100 mila abitanti, secondo quanto riporta il NRC.
(AP) (16/12/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network