ASIA/SIRIA - L'Arcivescovo maronita di Aleppo: “tregua fallita. Spari sui civili che volevano fuggire dai quartieri in mano ai ribelli”

sabato, 5 novembre 2016 guerre   chiese orientali  

proterrasancta.org

Aleppo (Agenzia Fides) – Non ha avuto effetti concreti la tregua ad Aleppo, annunciata dall'esercito siriano e dalle forze militari russe per la giornata di venerdì 4 novembre con la motivazione di consentire ai civili dei quartieri orientali – in mano ai miliziani anti-Assad – di uscire dalle aree assediate. Lo conferma all'Agenzia Fides l'Arcivescovo maronita Joseph Tobij, alla guida dell'arcieparchia maronita della città martire siriana. “Alcuni civili” riferisce a Fides l'Arcivescovo “volevano uscire, ma hanno sparato su di loro e così il loro desiderio non si è potuto realizzare”. L'arcivescovo racconta che l'offensiva lanciata nell'ultima settimana dai ribelli e delle milizie jihadiste contro i quartieri controllati dall'esercito siriano ha provocato quasi novanta morti: “Lanci di mortaio a tutto spiano hanno colpito anche scuole. Gli abitanti sono di nuovo terrorizzati. Quelli che abitano nelle zone di Hamadaniye e ad Halab al Jadida hanno lasciato le proprie abitazioni. Gli ultimi attacchi hanno costretto migliaia di famiglie a sfollare verso aree più sicure”. (GV) (Agenzia Fides 5/11/2016).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network