AMERICA/MESSICO - Più di 175 donne scomparse o assassinate negli ultimi tre anni

martedì, 18 ottobre 2016 diritti umani   violenza   donne  
Più di 175 donne scomparse o assassinate

Più di 175 donne scomparse o assassinate

San Luis Potosi (Agenzia Fides) – Sono stati gli ultimi casi a suscitare la reazione di una associazione per la difesa dei diritti delle donne e l’intervento dell’Arcivescovo di San Luis Potosi, Sua Ecc. Mons. Jesús Carlos Cabrero Romero. Solo la scorsa settimana infatti sono stati segnalati tre casi di donne scomparse: una è stata trovata morta sull'autostrada 57, la seconda è stata uccisa dal marito, mentre di Cinthia Paola Castro Rodriguez non si hanno ancora notizie.
Mons. Cabrero Romero ha accusato la disinformazione da parte delle autorità riguardo a questi casi, che dimostra la mancanza di coordinamento e di interesse da parte loro per investigare, ha detto l’Arcivescovo domenica scorsa, dopo la Messa. "Se ci sono denunce e manifestazioni da parte dei familiari di queste donne, vuol dire che la cosa è vera, sono casi veri, che vengano pubblicati o meno dalla stampa scritta e dai media, non è questo un punto di riferimento. Questi casi esistono e sono casi veri" ha ribadito Mons. Cabrero Romero.
In parte la confusione può venire dei commenti nei social media, ma ciò non toglie l’obbligo delle autorità di investigare fino in fondo questi casi, ha proseguito, concludendo con queste parole: "Come Chiesa accogliamo le lacrime dei familiari e la disperazione di chi non ritrova un parente o un familiare. La donna è parte essenziale della vita della famiglia e della società. Per natura è colei che genera la vita. Dobbiamo rispettarla".
A San Luis Potosi, secondo dati raccolti da Fides, non si conosce di preciso il numero totale di donne scomparse o vittime di femminicidio, tuttavia secondo le informazioni rese pubbliche dalla Commissione statale dei diritti dell'uomo (CEDU), a novembre 2015, erano più di 175 le donne scomparse e/o uccise negli ultimi tre anni.
Un'associazione locale per la difesa delle donne ha chiesto di indagare fino in fondo questi casi, perché molte volte si tratta di "reclutamento di giovani donne che si rifiutano di entrare nelle reti criminali o nella tratta e poi vengono uccise".
(CE) (Agenzia Fides, 18/10/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network