AMERICA/HAITI - Uragano Matthew: 800 morti ma il bilancio si aggrava di ora in ora

sabato, 8 ottobre 2016 catastrofi naturali   povertà   aree di crisi  
Ciò che rimane della chiesa a Château

CSsR

Ciò che rimane della chiesa a Château

Port au Prince (Agenzia Fides) – "Siamo ancora in attesa di notizie dei nostri confratelli a Jérémie. Fino ad oggi (7 ottobre ndr) non abbiamo notizie. E non c'è modo di contattarli o di recarsi sul posto” scrive a Fides da Haiti p. Kénol Chéry, C.Ss.R, missionario e superiore regionale dei redentoristi. “Tutte le congregazioni religiose si trovano nella stessa situazione. Vediamo le immagini scattate da militari americani che mostrano le distruzioni, i danni e la desolazione delle persone. Ma anche le autorità haitiane non possono ancora intervenire. Possiamo solo pregare e sperare in attesa di potere agire",

"Le nostre due parrocchie di Saint Louis Conzague a Fonfrede (Les Cayes) e Saint Louis roi de France a Château (Les Cayes) sono devastate. A Chateau la chiesa parrocchiale e l'edificio che ospitava la scuola materna sono distrutti completamente", aggiunge il missionario.

Non c’è ancora un bilancio definitivo su vittime e danni da parte delle autorità dopo il passaggio dell'uragano Matthew nei Caraibi. Ad Haiti sono ormai più di 800 i morti, secondo le agenzie, ma il bilancio diventa sempre più drammatico con il passare delle ore.. Anche Papa Francisco ha inviato le sue condoglianze alle famiglie di coloro che sono morti a causa dell'uragano Matthew, e ha espresso la sua vicinanza e affetto ai feriti e alle vittime della catastrofe.

(CE) (Agenzia Fides, 08/10/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network