AFRICA/SENEGAL - Un videogioco per sensibilizzare sulla grave situazione di tanti bambini

venerdì, 8 aprile 2016 minori  

CDC

Dakar (Agenzia Fides) - Cross Dakar City è il nome di un videogioco che mette in evidenza le gravi situazioni in cui vivono alcuni bambini senegalesi, e che dimostra che i videogiochi possono essere usati per offrire una consapevolezza sociale. Oltre al ruolo di puro intrattenimento ludico, il videogioco negli anni sta assumendo varie sfaccettature. Questo strumento serve anche per raccontare storie, per insegnare, e in molti casi per sensibilizzare su situazioni reali che accadono in altre parti del mondo. Questo è almeno l’obiettivo di Cross Dakar City, che vuole mettere in luce la situazione di impotenza di tanti bambini in Senegal. Alcuni genitori che non sono in grado di mantenere i propri figli li mandano nelle scuole coraniche, o daara, a Dakar, dove sperano che venga dato loro vitto e alloggio oltre agli insegnamenti del Corano.
Tuttavia, è stato dimostrato che molti di questi piccoli iniziano ad essere sfruttati e costretti a mendicare per le strade dagli insegnanti delle stesse scuole. Questa situazione è ricreata in Cross Dakar City, dove Mamadou, il protagonista, è uno di questi bambini che deve scontrarsi contro le intemperie, la fame e la violenza, e che cerca di sopravvivere a tutti i costi. L’obiettivo del gioco è guidare Mamadou alla ricerca dei suoi genitori biologici. Per farlo il giocatore deve attraversare strade schivando automobili, fiumi in canoa e evitare treni mentre cammina sui binari. Tutti questi sono scenari quotidiani di vita reale che i bambini senegalesi affrontano insieme a tanti altri pericoli, come abusi sessuali o rapimenti. Il videogioco è stato lanciato a maggio del 2015 ed è tornato di grande attualità in occasione della Giornata Internazionale dei Bambini di Strada che si celebrerà il prossimo 12 aprile. (AP) (8/4/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network