AMERICA/MESSICO - Disoccupazione, salari bassi, lavori pericolosi, povertà

lunedì, 7 marzo 2016 lavoro minorile  

Abraham Canales

Città del Messico (Agenzia Fides) - Il Messico sta vivendo una grave crisi economica. Tra le conseguenze più pesanti c’è la violazione del diritto al lavoro, che comporta disoccupazione, bassi salari, discriminazione, lavori pericolosi. Questa problematica colpisce principalmente donne, adolescenti, persone adulte, indigene e migranti, costrette a fare lavori instabili e che in alcuni casi si ritrovano in situazioni di schiavitù. In questo complesso scenario sono coinvolte almeno 3 milioni di bambine e bambini che, per far fronte a situazioni di povertà estrema, sono costretti a lavorare. Nel Paese manca del tutto l’osservanza delle norme nazionali e internazionali della materia. La stessa Dichiarazione Universale dei Diritti Umani stabilisce che il diritto al lavoro è essenziale per la realizzazione degli altri diritti umani e costituisce una parte inseparabile della dignità umana e tutti hanno il diritto di lavorare per poter vivere con dignità. (AP) (7/3/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network