AMERICA/MESSICO - “La misericordia non è debolezza”: Mons. Aguilar Martínez dopo le recenti violenze

venerdì, 4 marzo 2016 violenza   vescovi   chiese locali  
Violenza a Tehuacan

Violenza a Tehuacan

Tehuacan (Agenzia Fides) – "Il mondo di oggi non ci porta a coltivare la misericordia, al contrario, ci porta ad essere giudici ed esecutori energici, in modo che la violenza viene risolta con un'azione più violenta, e questo è arroganza, prepotenza, così, con questi criteri, il mondo da essere umano sta diventando selvaggio". Sono le parole del Vescovo di Tehuacan (Puebla, Messico), Sua Ecc. Mons. Rodrigo Aguilar Martínez, espresse in un breve colloquio con la stampa locale dopo il linciaggio di una persona nella colonia Aquiles Serdan a Chapulco e l'uccisione di un'altra persona a Palmar de Bravo, luoghi che si trovano entro i confini della diocesi, segnala la nota inviata a Fides.
Commentando questi tristi eventi, il Vescovo ha sottolineato che quando siamo aggressori, e l'aggressore ritiene sempre di agire in modo equo e nel modo migliore per risolvere il problema, proprio in quelle circostanze non pensiamo per nulla alla misericordia, che si concepisce come debolezza. Mons. Aguilar Martínez ha concluso dicendo che purtroppo ai casi menzionati se ne devono aggiungere altri, che la stampa non segnala, ma che nel suo ministero pastorale ha visto da vicino, come il caso avvenuto pochi giorni fa a Tehuacán, dove un gruppo di persone ha malmenato a sangue un giovane per futili motivi.
(CE) (Agenzia Fides, 04/03/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network