ASIA/PAKISTAN - L’assassino di Salman Taseer chiede la grazia presidenziale

lunedì, 15 febbraio 2016 blasfemia   minoranze religiose  

A sinistra il governatore Taseer, a destra il killer Qadri

Islamabad (Agenzia Fides) – Mumtaz Qadri, l’assassino reo confesso di Salman Taseer, governatore del Punjab, freddato cinque anni fa per aver difeso Asia Bibi, ha chiesto la grazia al Presidente del Pakistan. La condanna a morte di Qadri è infatti stata confermata dalla Corte Suprema del Pakistan e per evitare l’esecuzione capitale resta l’ultima chance della grazia presidenziale. Mumtaz Qadri faceva parte della scorta di Salman Taseer e ha sparato a bruciapelo all'ex governatore del Punjab a Islamabad il 4 gennaio 2011 con l'accusa di essere “blasfemo”, dato che Taseer si era dichiarato sostenitore dell’innocenza di Asia Bibi, donna cristiana condannata a morte per presunta blasfemia. Qadri, nel suo appello al Presidente Mamnoon Hussain, ha dichiarato di essere l'unico sostegno della sua famiglia, chiedendo la pietà dello stato.
Alcuni gruppi radicali hanno tenuto una manifestazione il 4 febbraio, elogiando e difendendo Mumtaz Qadri, scagliandosi contro il governo. D’altro canto a Lahore alcune organizzazioni della società civile hanno tenuto una veglia per ribadire la condanna del terrorismo e dell'estremismo, rendendo omaggio al governatore. (PA) (Agenzia Fides 15/2/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network