VATICANO - Educazione e formazione per le fasce più vulnerabili, tra popolazioni prevalentemente musulmane

martedì, 1 dicembre 2015 diritti umani  

Nick Rain

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – In Pakistan e in India le suore svolgono un grande lavoro tra la popolazione, quasi interamente musulmana, a favore dell'educazione e della promozione del dialogo interreligioso: lo sottolinea all’Agenzia Fides suor Monica Joseph, Superiora generale delle Religiose di Gesù-Maria, R.J.M., che sta partecipando ai lavori della XIX Plenaria della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli (vedi Fides 27 e 30/11/2015). Suor Monica evidenzia anche il grande impegno della sua Congregazione a favore di bambini, giovani, ragazzi e ragazze, poveri e abbandonati. In particolare la Superiora generale stigmatizza il grave fenomeno della prostituzione e dei bambini di strada, realtà con cui le religiose si trovano ogni giorno a combattere per poter offrire a queste vittime innocenti un riparo, una formazione e un’assistenza dignitosa. Le Religiose di Gesù-Maria sono presenti in 28 paesi di quattro continenti. (AP) (1/12/2015 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network