OCEANIA/PAPUA NUOVA GUINEA - I Vescovi: i politici siano a servizio del bene comune

sabato, 18 aprile 2015

Port Moresby (Agenzia Fides) – “Ministri, funzionari pubblici, dirigenti, persone che hanno un potere sono lì a rappresentare il pubblico e non devono abusare di questo privilegio”: lo afferma la Conferenza Episcopale di Papua Nuova Guinea e Isole Salomone, criticando il fenomeno della corruzione nel paese. Negli ultimi giorni in Papua, un’inchiesta ha messo sotto accusa due ministri
che, durante lo svolgimento del loro ufficio, hanno agito in contrasto con i loro doveri e le loro responsabilità di leader. La Papua Nuova Guinea è sempre stato sotto i riflettori per la corruzione nel settore pubblico, come attesta anche l’Ong Transparency International.
I Vescovi della Papua – riferisce p Victor Roche, Segretario generale della Conferenza episcopale – ribadiscono in una nota pubblica, che “i leader eletti sono per la gente, sono stati delegate a rappresentare i cittadini. Di conseguenza, essi sono chiamati a essere la loro voce. Come richiesto dal popolo, è loro compito affrontare le questioni pubbliche e agire nel migliore interesse del popolo, senza abusare dei loro poteri per i propri benefici”.
“La gente soffre a causa di coloro che abusano del loro potere per il loro egoistico. Questo riguarda tutti i livelli della società e genera instabilità a tutti i livelli del governo”, conclude la nota. (PA) (Agenzia Fides 18/4/2015)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network