http://www.fides.org

News

2014-04-10

AFRICA/CENTRAFRICA - Visita di solidarietà a Bangui di una delegazione statunitense interreligiosa

Bangui (Agenzia Fides) - Una delegazione interreligiosa statunitense ha compiuto il 9 aprile una visita di solidarietà a Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana. Facevano parte della delegazione il Cardinale Theodore Edgar McCarrick, Arcivescovo emerito di Washington; Rashad Hussain, Inviato Speciale statunitense presso l’Organizzazione per la Cooperazione Islamica; il ReverendoLeith Anderson, Presidente della National Association of Evangelicals, e l’Imam Mohamed Hag Magid, Presidente della Islamic Society of North America (ISNA).
Secondo una fonte vicina alla piattaforma centrafricana dei religiosi per la pace, la visita della delegazione statunitense è stata resa possibile grazie al lavoro effettuato presso i governi stranieri da parte di Sua Ecc. Mons. Dieudonné Nzapalainga, Arcivescovo di Bangui, del Pastore Nicolas Grékoyamé-Gbangou, Presidente delle Chiese Evangeliche, e dell’Imam di Bangui, Oumar Kobine Layama (vedi Fides 8 e 17 marzo 2014).
I leader religiosi statunitensi hanno incontrato la Presidente del Paese, Catherine Samba Panza, alla quale hanno rinnovato il loro impegno per aiutare il Centrafrica ad uscire dalla spirale di violenza innescata dalle azioni dei ribelli Seleka e delle milizia anti balaka.
“Negli Stati Uniti abbiamo visto la situazione del Centrafrica. Dobbiamo fare qualcosa per aiutare il popolo centrafricano che portiamo nel nostro cuore” ha dichiarato il Cardinale McCarrick all’uscita dell’incontro con la Presidente. Il Cardinale ha aggiunto: “malgrado le differenti denominazioni, evangeliche, cattoliche o musulmane, crediamo in un solo Dio, il Padre di tutti. In questo siamo tutti suoi figli e figlie”.
La delegazione ha incontrato la comunità musulmana nella moschea di Lakouanga e quella cristiana nella Cattedrale dell’Immacolata Concezione. Nel corso di questi colloqui la delegazione ha potuto anche incontrare alcuni rappresentati di Seleka e degli anti balaka. (L.M.) (Agenzia Fides 10/4/2014)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network