http://www.fides.org

News

2014-04-08

AMERICA/STATI UNITI - “La disintegrazione della famiglia”, il grave problema dei migranti

Laredo (Agenzia Fides) – "La disintegrazione della famiglia è il primo problema che soffrono i migranti su entrambi i lati del confine tra Messico e Stati Uniti, e questa situazione preoccupa i Vescovi" ha detto Sua Ecc. Mons. James Anthony Tamayo, Vescovo della diocesi di Laredo (Texas, USA), che ha presieduto la riunione fra Vescovi delle diocesi di confine che si è tenuta nella città di Laredo e si è conclusa domenica 6 aprile.
"In questo incontro abbiamo parlato molto di questioni importanti dell'ambito pastorale - ha detto Mons. Tamayo nella nota inviata all’Agenzia Fides da una fonte locale -, come la preparazione e la celebrazione dei sacramenti per le persone che vivono su entrambi i lati del confine, che si devono amministrare secondo le norme della Chiesa universale". Il Vescovo di Laredo ha anche chiesto alle comunità che si trovano alle frontiere di non escludere i migranti dalle varie attività svolte.
L’incontro, dopo tre giorni di lavoro, si è concluso con la Messa nella Cattedrale di San Agustín, concelebrata dai Vescovi partecipanti, provenienti dalle diocesi di Matamoros (Messico), Brownsville (USA), Laredo (USA), Nuevo Laredo (Messico), Saltello (Messico), Piedras Negras (Messico), San Ángelo (USA), San Antonio (USA) y Nuevo Casas Grandes (Messico). Solo pochi giorni fa (vedi Fides 02/04/2014) il Cardinale Sean Patrick O’Malley, O.F.M. Cap., Arcivescovo di Boston (USA), ha celebrato una Messa in Arizona, alla frontiera con il Messico, durante la quale ha ricordato gli oltre 6.000 morti registrati in 15 anni alla sola frontiera di Nogales, mentre oggi ci sono 11 milioni di persone senza documenti in attesa di un futuro. (CE) (Agenzia Fides, 08/04/2014)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network