http://www.fides.org

News

2013-09-05

ASIA/INDIA - Violenza sui cristiani: record nello stato di Karnataka

Bangalore (Agenzia Fides) – Lo stato indiano di Karnataka continua a essere al centro dell’attenzione per gli episodi di violenza sulle comunità cristiane. Dopo i casi segnalati nei giorni scorsi dell’Agenzia Fides, si sono verificati altri episodi di patente violazione della libertà religiosa Come riferisce a Fides il “Global Council of Indian Christians”, le vittime sono due Pastori cristiani protestanti entrambi convertiti dall’induismo: i convertiti sembrano essere, in particolare, nel mirino degli estremisti indù. Il Pastore Samson, 33 anni, da 10 anni guida il culto nella “Jahve Shalom Prayer House”, una chiesa a Basavanagar, nel nord del Karnataka. Samson nei giorni scorsi, mentre era in chiesa, è stato preso e percosso da un gruppo di 30 fondamentalisti indù, che gli hanno provocato ferite gravi a un occhio e a un orecchio, accusandolo di operare “conversioni forzate”. La polizia, avvertita, ha rifiutata di accettare una denuncia contro radicali induisti.
In un secondo episodio, il Pastore Devu Kanu Pale Gowli, che guida la “Blessing Ministry Church” nel distretto di Karvar è stato fermato da un gruppo di radicali, che hanno colpito lui e la moglie, intimandogli di riconvertirsi all'induismo. Non riuscendoci, li hanno cacciati dal villaggio e hanno presentato alla polizia una denuncia per “conversioni forzate”. La famiglia non è potuta tornare al villaggio nemmeno per prendere i propri beni.
Come appreso da Fides, le Chiese cristiane in Karnataka fanno appello al nuovo governo dello stato, chiedendo un futuro di rispetto dei diritti, dialogo, giustizia e armonia per i cristiani. Nelle elezioni del maggio scorso in Karnataka, il partito estremista indù “Bharatiya Janata Party” (BJP, “Partito del popolo indiano”) ha perso il potere e la maggioranza è andata al partito del Congresso, il che lasciava intravvedere speranza di un cambiamento.
Secondo un recente rapporto dell’Ong “Catholic Secular Forum”, il Karnataka è al vertice nei casi di violenza inter-comunitaria e interreligiosa, con oltre 1.000 attacchi sui cristiani nel 2011, una media di 3-5 attacchi ogni giorno (PA) (Agenzia Fides 5/9/2013)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network