ASIA/PAKISTAN - Un Ministro offende il Papa, i cristiani chiedono scuse ufficiali

giovedì, 17 gennaio 2013

Islamabad (Agenzia Fides) – I cristiani del Pakistan protestano con il Ministro degli Interni, Rehman Malik, che “ha offeso il Papa e ci deve scuse ufficiali”: Nell’ambito delle tensioni politiche legate al massiccio movimento anti-corruzione, guidato dal leader islamico Tahirul Qadri - che ha portato migliaia di persone in piazza a Islamabad - si innesta anche una polemica fra i cristiani del Pakistan e il governo. Il Ministro Malik, infatti, personalità nota per l’uso frequente di toni ironici, ha paragonato provocatoriamente Qadri al Papa, apostrofandolo “per il suo copricapo e per le sue mire politiche”.
“Il collegamento è inutile e sbagliato: il Papa non ha ambizioni politiche. Tali dichiarazioni calunniano l'ufficio del Papato. Chiediamo le scuse ufficiali di Rehman Malik, che ha un compito di grande responsabilità istituzionale” ha detto a Fides p. Emmanuel Yousaf, Direttore della Commissione nazionale “Giustizia e Pace”, ricordando che “i cristiani in Pakistan si sono sempre distinti per il sostegno alla democrazia e ai diritti umani”. Anche il senatore cristiano Kamran Michael, in una nota inviata a Fides, ha stigmatizzato le parole del Ministro che “ha ferito i sentimenti della comunità cristiana”, chiedendo un chiarimento immediato. Secondo il senatore, parole di tal genere “mancano di rispetto e possono compromettere gli sforzi per l'armonia religiosa e la fratellanza del paese”. (PA) (Agenzia Fides 17/1/2013)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network