VATICANO - Il Card. Filoni chiude il centenario dell’evangelizzazione del nord Uganda: “lo Spirito Santo vi guidi nella vostra Missio ad gentes per il bene della Chiesa in Africa”

lunedì, 17 dicembre 2012

Arua (Agenzia Fides) – “La benedizione del Signore risorto sia su questo paese e su chi lo governa, sui leader tradizionali e quelli politici. Possa il Suo Santo Spirito guidarvi verso la realizzazione della Nuova Evangelizzazione. Sotto la protezione e le preghiere della Beata Vergine Maria, Nostra Signora delle Missioni e Regina dell’Evangelizzazione, a cui la Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli affida la Chiesa cattolica in Uganda, possa la potenza dello stesso Spirito Santo guidarvi nella vostra Missio ad gentes a beneficio della Chiesa in Africa e, soprattutto, delle Chiese locali in questa regione”. Con questi auspici il Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, ha concluso il suo messaggio al termine del Centenario dell’evangelizzazione dell’Uganda del nord (vedi Fides 12/12/2012 e giorni seguenti). La celebrazione conclusiva si è svolta domenica 16 dicembre ad Indriani, presso l’Holy Cross Pilgrim Centre.
“Nel rendere grazie a Dio, è importante ricordare le innumerevoli persone piene di fede che hanno lavorato in tanti modi per far progredire la fede cattolica fino a dove è oggi in Uganda – ha detto il Cardinale -. Citarli tutti per nome avrebbe richiesto molto tempo, ma attraverso ciascuno di voi qui, posso vedere il lavoro dei vostri predecessori - siano essi Vescovi, sacerdoti, religiosi e laici - che hanno speso la loro vita per diffondere la fede cattolica in questa regione del mondo”. Il Prefetto del Dicastero Missionario ha quindi evidenziato il “debito di gratitudine particolare ai Missionari Comboniani”, che nei primi mesi del 1912 portarono il Vangelo in questa zona. “La fioritura della Chiesa oggi è un tributo eloquente al sacrificio offerto da questi missionari, e un credito alla ferma volontà della gente del luogo, che li accolse e abbracciò la fede”. Il Card. Filoni ha anche citato l’eroica testimonianza dei Santi Daudi Okelo e Jildo Irwa, catechisti martiri, sottolineando che la diffusione del Vangelo nel nord Uganda non avrebbe potuto avere così grande successo senza il generoso lavoro dei catechisti.
“Mentre mi congratulo con voi, come famiglia di Dio, per le conquiste spirituali e sociali già raggiunte nel corso dell’ultimo secolo in questa zona dell'Uganda – ha detto il Cardinale Prefetto - , desidero anche esortarvi - clero, religiosi e laici - in questo Anno della Fede, a continuare ad approfondire la vostra vita cristiana attraverso una unione sempre più personale con Cristo nell'Eucaristia. In questo grande Sacramento, Gesù, che è realmente presente, vi rafforzerà costantemente per il futuro lavoro missionario da fare in questo bel paese e non solo”. (SL) (Agenzia Fides 17/12/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network