ASIA/CINA - Vivere l’Anno della Fede seguendo l’esempio di Abramo e di Giobbe; lettura del Catechismo della Chiesa cattolica dopo la Messa domenicale

martedì, 6 novembre 2012

Shi Jia Zhuang (Agenzia Fides) – Vivere l’Anno della Fede seguendo l’eccellente esempio di fede dato da Abramo e da Giobbe: con tale convinzione la comunità cattolica continentale cinese intraprende il suo cammino nell’Anno della Fede appena iniziato. Questo è anche l’invito che i Vescovi cinesi rivolgono ai fedeli nelle loro esortazioni, omelie e Lettere pastorali, secondo quanto riferito all’Agenzia Fides dalla Chiesa locale e da Faith dell’He Bei. Sono ormai numerose le Lettere pastorali dei Vescovi diocesani o degli Amministratori apostolici cinesi pubblicate a motivo dell’Anno della Fede, che si concentrano sui temi indicati da Papa Benedetto XVI.
Mons. Alios Jin Lu Xian, anziano Vescovo coadiutore di Shang Hai, raccomanda ai suoi fedeli alcuni modi concreti di vivere l’Anno della Fede, sottolineando l’importanza dell’Eucaristia che è fonte e culmine della fede: l’adorazione settimanale comunitaria, la recita del rosario, la celebrazione del sacramento della Riconciliazione, l’evangelizzazione e la testimonianza della fede. Inoltre non manca di citare la realtà difficile in cui si trovano diverse diocesi, invitando i fedeli a “testimoniare la verità”, secondo quanto afferma il Vangelo di Giovanni: “conoscerete la verità e la verità vi farà liberi” (Gv. 8,32).
Nella sua Lettera, Mons. Peter Feng Xin Mao, Vescovo della diocesi di Jing Xian nella provincia dell’He Bei sottolinea l’importanza di vivere l’Anno della Fede nella chiave dell’evangelizzazione, perché “nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce” (Lc 8, 16-18). Mons. Zhang Huai Xin, Vescovo della diocesi di Wei Hui, Mons. Paolo Pei Jun Min, Vescovo della diocesi di Liao Ning e tanti altri Pastori esortano i fedeli ad una intensa vita spirituale, arricchita dalla devozione mariana, dall’adorazione periodica comunitaria e dall’impegno di avvicinare i fedeli che si sono allontanati dalla Chiesa.
In diverse diocesi infine, per ricordare il 20° anniversario della pubblicazione del Catechismo della Chiesa cattolica, nell’Anno della Fede è stata promossa la lettura comunitaria, dopo la Messa domenicale, di alcuni articoli del Catechismo. (NZ) (Agenzia Fides 2012/11/06)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network