AMERICA/PERU - Tratta delle persone: 8 vittime su 10 sono minorenni, un delitto da combattere

mercoledì, 10 ottobre 2012

Puno (Agenzia Fides) – L'Osservatorio sulla criminalità del Ministero pubblico ha riferito che in Perù si sono registrati 1,112 casi di traffico di persone da gennaio 2008 a luglio 2012, in tal modo viene considerato come il secondo delitto più redditizio per la criminalità organizzata. La nota inviata all'Agenzia Fides da Radio Onda Azul di Puno, riferisce che più della metà delle denunce si concentra a Lima, Madre de Dios, Loreto, Puno e Piura. Inoltre 8 vittime su 10 della tratta sono minorenni, fra 13 e 17 anni, e 5 trafficanti su 10 sono donne. La responsabile dell'ufficio del Procuratore ha commentato che il modo migliore per affrontare questa realtà è svolgere un'indagine completa sul crimine, partendo dal passato, ed ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra il pubblico ministero e la polizia nazionale. Per questo tipo di reato l'imputato può essere condannato alla reclusione da 8 a 15 anni. Le vittime sono utilizzate ai fini dello sfruttamento sessuale o lavorativo, per l'accattonaggio o il traffico di organi. La Chiesa ha denunciato in diverse circostanze questa drammatica realtà (vedi Fides 21/09/2012 e 25/08/2012), diffusa in modo particolare nelle zone di frontiera. (CE) (Agenzia Fides, 10/10/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network