VATICANO - Il Papa all’Angelus ricorda le sofferenze della popolazione nell’Est della Repubblica Democratica del Congo

lunedì, 1 ottobre 2012

Castel Gandolfo (Agenzia Fides) – Dopo la preghiera mariana dell’Angelus recitata dal cortile interno del Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo, domenica 30 settembre il Santo Padre Benedetto XVI ha ricordato le drammatiche violenze cui da tempo è soggetta la popolazione nella parte orientale della Repubblica democratica del Congo. Queste le parole del Papa: “Seguo con affetto e preoccupazione le vicende della popolazione dell’Est della Repubblica Democratica del Congo, oggetto, in questi giorni, di attenzione anche da parte di una Riunione di alto livello, presso le Nazioni Unite. Sono particolarmente vicino ai profughi, alle donne e ai bambini, che a causa dei persistenti scontri armati subiscono sofferenze, violenze e profondi disagi. Invoco Dio, perché si trovino vie pacifiche di dialogo e di protezione di tanti innocenti e affinché torni al più presto la pace, fondata sulla giustizia, e sia ripristinata la convivenza fraterna in quella popolazione così provata, come pure nell’intera Regione”. (SL) (Agenzia Fides 01/10/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network