AFRICA/MALI - Bamako chiede una risoluzione ONU che autorizzi l’invio di truppe CEDEAO

martedì, 25 settembre 2012

Bamako (Agenzia Fides) - Il Mali ha chiesto ufficialmente una risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU che autorizzi l’invio di una forza internazionale per mettere sotto controllo il nord del Paese, da mesi in mano ad una serie di gruppi estremisti.
La richiesta è contenuta in una lettera indirizzata al Segretario Generale dell’ONU, Ban Ki-moon, firmata dal Presidente maliano Dioncounda Traoré, e dal Premier Cheikh Modibo Diarra. La risoluzione dell’ONU dovrebbe autorizzare “l’intervento di una forza militare internazionale al fine di aiutare l’esercito maliano a riconquista le regioni del nord occupate” ha dichiarato il Ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius, che ha reso nota la decisione delle autorità di Bamako.
Con tutta probabilità saranno gli Stati della Comunità Economica dell’Africa Occidentale (CEDEAO/ECOWAS) a fornire la maggior parte delle truppe da inviare in Mali. La Francia ed altri Paesi occidentali hanno offerto un supporto logistico.
Nel frattempo l’organizzazione Human Rights Watch ha denunciato in un rapporto pubblicato oggi, nuove violazioni dei diritti umani commessi dai gruppi islamisti (Al Qaida nel Maghreb Islamico-AQMI, Ansar Al Dine e Movimento per l’Unità e la Jihad nell’Africa Occidentale -MUJAO) che controllano il nord del Mali. Si segnalano amputazioni di arti, lapidazioni, reclutamento di bambini e punizioni per le donne che non si attengono ai dettami del “vestiario islamico”. (L.M.) (Agenzia Fides 25/9/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network