AFRICA/EGITTO - Anche molti cristiani tra quanti protestano contro il film offensivo dell’Islam

giovedì, 13 settembre 2012

Il Cairo (Agenzia Fides) -Anche i cristiani uniscono la loro voce a quella dei musulmani per protestare contro il film che denigra il Profeta Mohammed. Lo afferma all’Agenzia Fides p. Rafic Greiche, responsabile della comunicazione per la Chiesa cattolica egiziana.
“In questo momento sono in corso manifestazioni nel centro del Cairo, per protestare contro il film americano che offende il Profeta Mohammed, con diversi scontri con la polizia. La situazione è tesa nell’area intorno all’Ambasciata degli Stati Uniti, che è molto vicina a Piazza Tahrir” dice p. Greiche dal Cairo. “È da sottolineare che tra i dimostranti ci sono pure molti cristiani, e copti in particolare, che protestano insieme ai musulmani contro il film. Anche su Facebook e in altri social media, cristiani e musulmani sono uniti nella protesta”.
Oltre alla spontanea protesta dei fedeli, anche i leader delle principali confessioni cristiane d’Egitto hanno fatto sentire la loro voce. “La Chiesa cattolica, quella ortodossa e quella protestante hanno emesso un comunicato in arabo contro il film in questione” informa p. Greiche. “Nel comunicato si afferma che i cristiani conoscono bene le profanazioni di quanto è per loro più sacro. Si ricorda ad esempio come in certi spettacoli televisivi o in alcune forme di pubblicità sia rappresentato Cristo o il Papa. Siamo quindi i primi ad avere sperimentato questo genere di profanazione dei propri simboli religiosi e siamo i primi a rispettare l’Islam e tutte le religioni, con i loro simboli” conclude il sacerdote. (L.M.) (Agenzia Fides 13/9/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network