http://www.fides.org

Oceania

2012-08-03

OCEANIA/ PAPUA NUOVA GUINEA - Allarme e prevenzione per una epidemia di malaria: distribuite zanzariere trattate a lunga durata

Port Moresby (Agenzia Fides) – Circa il 90% della popolazione della Papua Nuova Guinea è a rischio malaria. In questo paese insulare, che si trova al sud dell’equatore, ogni anno si registrano 1,9 milioni di casi. Grazie alle numerose iniziative per scongiurare il proliferare della malattia e ridurre il numero di infezioni, in ogni distretto sono state distribuite zanzariere trattate con insetticida a lunga durata. In Papua Nuova Guinea, la prevenzione è cruciale, visto che rappresenta il 36% di tutti i casi confermati nella regione del Pacifico occidentale. I mosquitos si adattano rapidamente alla migrazione umana e alle temperature più alte, e la malattia tende a diffondersi ogni volta che le condizioni metereologiche cambiano. Il Programma Scientifico sul Cambiamento Climatico nel Pacifico riporta che le temperature massime a Port Moresby sono aumentate di 0,11 gradi ogni 10 anni dal 1950, e potrebbero ancora aumentare tra 0,4 e un grado entro il 2030. Il pronostico è che verranno contagiate circa 200 mila persone, residenti nelle regioni più alte. Nel frattempo, il Programma Nazionale per il Controllo della Malaria, il Population Services International, la OilSearch Health Foundation e l’Istituto di Ricerche Mediche, stanno cercando nuove strategie di controllo del vettore. Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) la metà della popolazione mondiale è soggetta alla malaria e ne sono particolarmente vulnerabili donne incinte, bambini e sieropositivi. Nel 2010 i casi riportati sono stati 216 milioni con 655 mila vittime mortali in tutto il mondo, un calo del 25% rispetto al 2000. In Papua Nuova Guinea la prima prova mondiale di zanzariere trattate con insetticida nel 1986, ha portato ad un programma di distribuzione nazionale nel 1989 che ha fatto registrare una diminuzione dei casi clinici nei centri sanitari. (AP) (Agenzia Fides 3/8/2012)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network