AMERICA/MESSICO - Juan Diego, colui che facilitò l'incontro fecondo di due mondi, 10.mo anniversario della canonizzazione

lunedì, 30 luglio 2012

Città di Messico (Agenzia Fides) – Il 31 luglio la Chiesa messicana festeggerà il decimo anniversario della canonizzazione di San Juan Diego Cuauhtlatoatzin, noto nella storia cattolica per "l'evento Guadalupano" che ha avuto luogo nel 1531.
Le celebrazionidel primo decennio della canonizzazione di Juan Diego,inizieranno alle 10 con un tributo sulla spianata dell'Antica parrocchia degli Indiani, nel Santuario di Guadalupe, dove si custodiscono i resti di Juan Diego. A mezzogiorno, l'Arcivescovo Primate del Messico, il Cardinale Norberto Rivera Carrera, celebrerà una Messa nella atrio principale della Basilica di Guadalupe.
Nella sua quinta ed ultima visita in Messico, il beato Giovanni Paolo II ha canonizzato Juan Diego in una Eucaristia presieduta il 31 luglio 2002, nella Basilica di Guadalupe. nell’omelia, Giovanni Paolo II disse: “Juan Diego, nell'accogliere il messaggio cristiano senza rinunciare alla sua identità indigena, scoprì la profonda verità della nuova umanità, nella quale tutti sono chiamati ad essere figli di Dio. In tal modo facilitò l'incontro fecondo di due mondi e si trasformò in protagonista della nuova identità messicana, intimamente unita alla Vergine di Guadalupe”.
Juan Diego è nato nel 1474 nel comune di Cuauhtitlan, nello Stato del Messico, e apparteneva alla classe più bassa del popolo degli indigeni di discendenza azteca. Morì a 74 anni il 30 maggio 1548.
(CE) (Agenzia Fides, 30/07/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network