AFRICA - Un milione di bambini gravemente malnutriti nella regione del Sahel

giovedì, 19 luglio 2012

Roma (Agenzia Fides) – Un milione di bambini gravemente malnutriti sono in attesa di ricevere cure nella regione del Sahel. Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Unicef, si tratta del numero più alto nella storia degli aiuti umanitari. Quest’anno, e per la prima volta, tutti i Paesi del Sahel più colpiti dal fenomeno, insieme alle organizzazioni umanitarie internazionali, hanno sviluppato un piano preventivo di risposta all’emergenza già alla fine del 2011, che include il trattamento di circa un milione di bambini gravemente malnutriti e la distribuzione di cibo per prevenire la malnutrizione, inclusi prodotti a base di latte appositamente studiati per soddisfare le loro esigenze nutrizionali.
Il picco annuale è iniziato, aggravato in alcune parti della regione dai prezzi di mercato più elevati, dalle epidemie e dall’instabilità politica. Inoltre una stagione delle piogge particolarmente pesante nel sud del Niger e in parte del Ciad orientale, ha anticipato il previsto picco stagionale della malaria, malattia che, insieme alla malnutrizione, costituisce per i bambini una combinazione letale. Negli ultimi 6 mesi, circa 56 mila bambini sono stati ammessi ai programmi nutrizionali dell’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) in sette Paesi della regione, di questi più di 36 mila vivono in Niger. Attualmente MSF gestisce 21 programmi nutrizionali nel Sahel, nove dei quali sono stati aperti quest’anno in risposta a bisogni urgenti in Ciad, Mali, Senegal e Mauritania. Le équipe stanno lavorando anche nel nord del Mali, Niger, Burkina Faso e Mauritania per assistere le persone sfollate a causa del conflitto in Mali. (AP) (19/7/2012 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network