AFRICA/MOZAMBICO - L’anno della memoria della presenza missionaria comboniana si concluderà con il 20° anniversario dell’assassinio di fr. Alfredo Fiorini

sabato, 27 agosto 2011

Maputo (Agenzia Fides) – Il 20° anniversario dell’assassinio di Fratel Alfredo Fiorini, missionario comboniano, medico, che sarà celebrato il 24 agosto 2012, ha offerto lo spunto ai missionari Comboniani presenti in Mozambico, di indire un particolare anno di preghiera e di riflessione, iniziato il 24 agosto scorso, come informa Comboni press. Nella sua lettera intitolata “Anno della nostra memoria: Missione comboniana in Mozambico”, il Superiore provinciale, p. José Luis Rodriguez Lopez, scrive: “Vogliamo prendere questo evento per consolidare il nostro spirito missionario e dare continuità alla memoria storica e carismatica della nostra circoscrizione, proponendola come mezzo di animazione e di formazione... Per questo motivo, vogliamo iniziare un anno di preghiera e di comunione provinciale, facendo memoria degli avvenimenti storici della nostra presenza missionaria in Mozambico”. Il Superiore sottolinea inoltre: “Ogni momento che passiamo in missione, stiamo camminando e tracciando la storia. Naturalmente queste esperienze rimangano impresse nella nostra mente e, in particolare, nel nostro cuore... Abbiamo bisogno di rinforzare la nostra comunione provinciale attraverso gli eventi che hanno segnato le linee di lavoro della nostra presenza missionaria in questa Chiesa del Mozambico fin dall'inizio”.
Suggerendo alcune iniziative per vivere questo particolare anno di memoria (adorazione eucaristica mensile, recita della preghiera composta per l’occasione, pubblicazione di un libro sulla storia della presenza comboniana nel paese, celebrazione dell’assemblea provinciale per l’analisi della realtà attuale del Mozambico…), p. José Luis Rodriguez Lopez ricorda che “il Mozambico è stato segnato dallo spargimento del sangue di molti martiri, sacerdoti, religiosi, religiose e laici” per questo l’anno della memoria si concluderà con una celebrazione sul luogo del martirio di Fratel Alfredo Fiorini.
Come scrisse l’Agenzia Fides il 29 agosto 1992, “il missionario medico comboniano Fratel Alfredo Fiorini è stato ucciso verso mezzogiorno del 24 agosto, da una raffica di mitra. Stava rientrando alla missione di Namapa, dove dirigeva l’ospedale. Mentre percorreva la strada tra Nacala e Carapira, in località Miravale, distretto di Monapo, provincia di Nampula, contro il veicolo su cui viaggiava è stata sparata, da sconosciuti, una scarica di mitraglia. Fratel Alfredo operava da due anni in Mozambico, non solo come missionario medico, ma come missionario tuttofare, condividendo la sorte e le sofferenze degli affamati e dei malati, impegnato al massimo nell’assistenza e nella promozione delle popolazioni”. (SL) (Agenzia Fides 27/8/2011)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network