VATICANO - Messaggi di solidarietà del Santo Padre al Presidente della Repubblica di Haiti ed al Presidente della Conferenza Episcopale

lunedì, 25 gennaio 2010

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – “La Chiesa cattolica, attraverso le sue istituzioni, al di là della viva emozione suscitata, resterà accanto alle persone provate da questa disgrazia e, conformemente alle sue forze, le aiuterà a ritrovare possibilità di un futuro aperto”: è quanto scrive il Santo Padre Benedetto XVI al Presidente della Repubblica di Haiti, René Préval, in un messaggio che porta la data del 16 gennaio. “Chiedo a Dio di accogliere nella pace del suo regno tutti coloro che hanno trovato la morte nel sisma – è scritto nel testo - e di infondere consolazione nelle loro famiglie che, spesso, non hanno potuto dare una sepoltura degna ai loro cari scomparsi. Prego anche affinché lo spirito di solidarietà dimori in tutti i cuori e la calma possa regnare nelle strade cosicché l'aiuto generoso che sta giungendo da tutti i Paesi rechi sollievo a tutti e le persone che oggi sono prive di ogni cosa provino il conforto di sapere che l'intera comunità internazionale si sta prendendo concretamente cura di loro”.
In un altro messaggio, sempre datato 16 gennaio, indirizzato a Sua Ecc. Mons. Louis Kébreau, Arcivescovo di Cap-Haïtien e Presidente della Conferenza Episcopale di Haiti, il Papa assicura l’Arcivescovo e tutti i fedeli della Chiesa di Haiti, della sua “grande vicinanza spirituale” e della “preghiera fervente per tutte le persone coinvolte in questa catastrofe”. Benedetto XVI chiede a Dio “di accogliere nella pace del suo Regno tutti coloro che hanno trovato la morte nel sisma, in particolare Monsignor Serge Miot, Arcivescovo di Port-au-Prince, che ha condiviso la sorte di tanti suoi fedeli fra i quali figurano sacerdoti, persone consacrate e seminaristi”. (SL) (Agenzia Fides 25/01/2010)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network