OCEANIA/ISOLE SALOMONE - Mass-media e codice etico: un percorso di educazione all’uso dei media proposto dalla Chiesa locale

venerdì, 29 maggio 2009

Honiara (Agenzia Fides) – Su quali valori deve basarsi un codice etico per i mass media? Quali scelte si devono compiere nei processi di comunicazione? Quali le fonti a cui ispirarsi per rendere un buon servizio al pubblico? A questi interrogativi ha cercato di rispondere un recente seminario di formazione organizzato dalla Chiesa delle Isole Salomone, destinato ai giovani di cinque scuole dell’arcipelago. Fra gli organizzatori e gli insegnanti del seminario vi erano il Salesiano p. Ambrose Pereira, Direttore dell’Ufficio Comunicazione della Conferenza Episcopale, sacerdoti, suore e laici esperti di comunicazione.
Gli studenti coinvolti hanno approfondito il codice etico che i mass-media sono tenuti a rispettare nel loro servizio al pubblico e il codice deontologico proprio del lavoro del comunicatore e del giornalista. Il seminario ha insistito sui valori di verità, giustizia, libertà, rispetto dell’altro, carità, indicando il cristianesimo come “prezioso deposito” di tutti questi valori, che pongono al di sopra di tutto la persona e la sua inalienabile dignità.
I giovani si sono poi cimentati nel realizzare l’edizione di un vero e proprio quotidiano stampato, scrivendo articoli e curandone la grafica, cercando di mettere in pratica gli insegnamenti ricevuti.
Il percorso di formazione sui mass-media costituisce ormai un punto fermo della Pastorale giovanile della Chiesa nelle Isole Salomone: si propone ai giovani di seguire un percorso di educazione all’uso critico dei mass-media, conoscendone i meccanismi, le funzioni, le potenzialità. I seminari stanno riscuotendo crescente successo presso i giovani, attratti dalle tecnologie e dai mezzi di comunicazione.
La Chiesa cattolica organizza i seminari secondo un intenso programma di sessioni annuali, in cui i giovani non solo imparano a padroneggiare tecnicamente i mass-media, ma ne studiano anche le funzioni e l’influenza sull’opinione pubblica, ne apprendono l’importanza per la trasmissione dei valori, ne approfondiscono le implicazioni di natura etica e morale.
La finalità ultima è insegnare ai giovani come la comunicazione mediatica oggi costituisca un canale privilegiato per la diffusione del Vangelo e per realizzare la missione della Chiesa, date le sue potenzialità di raggiungere contestualmente migliaia di destinatari. (PA) (Agenzia Fides 29/5/2009 righe 28 parole 281)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network