http://www.fides.org

Vaticano

2003-12-09

VATICANO - LA SUPPLICA DEL PAPA AI PIEDI DELLA STATUA DELL’IMMACOLATA CONCEZIONE IN PIAZZA DI SPAGNA: “MARIA, REGINA DELLA PACE, DONACI CRISTO, PACE VERA DEL MONDO!”

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – Nel pomeriggio di lunedì 8 dicembre, Solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, il Santo Padre Giovanni Paolo II si è recato in Piazza di Spagna per rendere omaggio alla statua dell’Immacolata. Durante una breve liturgia della Parola, il Santo Padre ha pronunciato una accorata invocazione alla Vergine “Regina della Pace” affidandole le sorti del mondo e dell’umanità.
“Sono qui per iniziare il cammino verso il cento cinquantesimo anniversario del dogma che oggi celebriamo con gioia filiale” ha detto il Papa ricordando che nel 2004 ricorrerà il 150° anniversario della proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione di Maria (1854) da parte di Papa Pio IX. “A Te si volge il nostro sguardo con più forte trepidazione, a Te ricorriamo con più insistente fiducia in questi tempi segnati da non poche incertezze e timori per le sorti presenti e future del nostro Pianeta” ha proseguito il Santo Padre, invocando la Vergine affinchè ascolti “il grido di dolore delle vittime delle guerre e di tante forme di violenza, che insanguinano la Terra. Dirada le tenebre della tristezza e della solitudine, dell’odio e della vendetta. Apri la mente e il cuore di tutti alla fiducia e al perdono!”
Il Santo Padre ha concluso la preghiera con una fervida invocazione a Maria perchè ottenga all’umanità il dono della pace: “Madre di misericordia e di speranza, ottieni per gli uomini e le donne del terzo millennio il dono prezioso della pace: pace nei cuori e nelle famiglie, nelle comunità e fra i popoli; pace soprattutto per quelle nazioni dove si continua ogni giorno a combattere e a morire. Fa’ che ogni essere umano, di tutte le razze e culture, incontri ed accolga Gesù, venuto sulla Terra nel mistero del Natale per donarci la "sua" pace.”
(S.L.) (Agenzia Fides 9/12/2003 – Righe 22; Parole 308)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network