http://www.fides.org

Asia

2003-11-03

ASIA/VIETNAM - LETTERA PASTORALE DEI VESCOVI DEL VIETNAM: OCCORRONO CORAGGIO E NUOVI MEZZI PER LA MISSIONE DELLA CHIESA NEL VIETNAM DI OGGI

Hanoi (Agenzia Fides) – Seguire l’esempio di Gesù, che predicava dovunque; avere coraggio ed entusiasmo nell’annuncio; utilizzare i moderni mezzi di comunicazione le nuove tecnologie: sono i requisiti necessari per rinnovare l’impegno di evangelizzazione della Chiesa vietnamita oggi. E’ quanto affermano i Vescovi del Vietnam nella Lettera pastorale al titolo “La missione della Chiesa nel Vietnam oggi per proclamare la Buona Novella”, diffusa a conclusione dell’assemblea annuale svoltasi nel mese di ottobre nel Santuario di Bai Dau, circa 1800 a Sud di Hanoi.
Il testo, vera e propria carta programmatica per la missione della Chiesa nel paese per i prossimi anni, offre indicazioni a sacerdoti, religiosi, seminaristi e laici, ricordando le ricorrenze dell’anno del 25° anniversario di Pontificato del Santo Padre e in vista del Congresso Eucaristico Internazionale che si terrà a Messico nell’ottobre 2004.
Il tema è l’evangelizzazione in Vietnam: i Vescovi ribadiscono che la proclamazione della Buona Novella “ è una grazia, è la speciale vocazione e la natura più profonda della Chiesa, una Chiesa che trae la sua origine dall’amorevole opera di Salvezza della Trinità”.
I Vescovi invitano perciò tutti i fedeli, clero e laici, a seguire l’esempio del Signore Gesù Cristo, e ad essere suoi messaggeri: “Egli non era mai stanco di predicare la Buona Novella, contattando tutti i tipi di persone e operando numerosi miracoli per testimoniare l’avvento del Regno di Dio”.
Il secondo punto, notano i vescovi, è essere fedeli alla tradizione della Chiesa, prendendo esempio specialmente dalla Chiesa delle origini, ed obbedendo agli insegnamenti che oggi la Chiesa offre ai fedeli. La Chiesa asiatica, ricorda la Lettera, ha ricevuto il uno speciale compito di evangelizzazione nel terzo millennio come afferma l’esortazione post-sinodale Ecclesia in Asia.
Per questo l’attenzione dei Vescovi si rivolge al Vietnam: essi esprimono un grazie ai missionari che con il loro coraggio hanno portato la fede nel paese, e chiedono di seguirne le orme nell’entusiasmo e nell’impegno per l’evangelizzazione.
Occorre riscoprire lo spirito che infiammava gli Apostoli dopo l’evento della Pentecoste: essi che vivevano in armonia e portarono poi il Vangelo a gente di ogni tribù, lingua, popolo e nazione. I fedeli, notano i Vescovi, devono avere il coraggio di andare in posti nuovi, dove “la Buona Novella non è mai arrivata”, utilizzando i mezzi appropriati per la diffusione del Vangelo, adatti alla cultura di oggi, come i mezzi di comunicazione di massa o le moderne tecnologie.
La Lettera conclude con alcune indicazioni pratiche per tutti: a livello spirituale, pregare per l’evangelizzazione, nelle famiglie e nelle comunità; avere una vita di testimonianza che preceda la predicazione verbale; visitare persone di altre religioni e instaurare un dialogo; istituire commissioni speciali di evangelizzazione nelle diocesi; tenere i contatti con missioni e villaggi isolati; promuovere opere di carità e promozione umana.
“Possa lo Spirito Santo - conclude il testo – garantire abbondanza di grazia e una nuova stagione di Pentecoste sicchè nel terzo millennio un grande raccolto di fede sia possibile in questo continente vasto e vitale e nella nostra amata madre patria del Vietnam”.
(PA) (Agenzia Fides 3/11/2003 lines 46 words 490)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network