AMERICA/BRASILE - “Questo è un tempo favorevole che la Provvidenza Divina ci concede!”: Messaggio dei Vescovi brasiliani per la visita del Santo Padre; avviata una Campagna di solidarietà dei giovani in preparazione all'incontro con il Papa

giovedì, 12 aprile 2007

Brasilia (Agenzia Fides) - "Noi Vescovi del Brasile manifestiamo la nostra gioia per la visita di Papa Benedetto XVI e per la V Conferenza Generale del CELAM, e invitiamo il Popolo di Dio ad accompagnare questi eventi” scrivono i Vescovi brasiliani in un Messaggio firmato dal Card. Geraldo Majella Agnelo, Arcivescovo di São Salvatore dà Baia e Presidente della CNBB, da Mons. Antônio Celso di Queirós, Vescovo di Catanduva-SP, Vicepresidente della CNBB, e da Mons. Odilo Pedro Scherer, Vescovo Ausiliare di São Paulo e Segretario Generale della CNBB.
"Nello stesso tempo in cui la visita del Papa in Brasile ci riempie di gioia - continua il Messaggio - essa è anche uno straordinario stimolo alla nostra azione evangelizzatrice". I Vescovi esprimono profonda gratitudine al Santo Padre Benedetto XVI per aver scelto il Brasile come sede della V Conferenza Generale del CELAM, e chiedono a tutto il Popolo di Dio di accompagnare questo avvenimento con la preghiera, la riflessione e l'ascolto della Parola di Dio. Invitano quindi a promuovere nelle comunità alcuni momenti particolari di preghiera in preparazione all'evento. “Questo è un tempo favorevole che la Provvidenza Divina ci concede! - concludono i Vescovi -. Rallegriamoci ed apriamo il nostro cuore per accogliere quello che il Signore realizzerà. Disponiamoci a vivere in modo nuovo e profondo la grazia della nostra vocazione di discepoli e missionari di Gesù Cristo, affinché i nostri popoli abbiano vita".
La CNBB ha lanciato anche un'iniziativa per i giovani, in preparazione alla visita del Santo Padre ed all'incontro che avrà con loro il 10 maggio. La campagna ha per titolo "Azione solidale, foresta che cresce", perché così devono essere i giovani: come una foresta verde, immensa, piena di vita e speranza, oltre che di abbondanti frutti. La Campagna è la risposta dei giovani all'appello lanciato dal Papa nell'Enciclica “Deus Caristas est” e nel Messaggio per la Giornata Mondiale della Gioventù, dove chiedeva loro: “alimentate, con il vostro entusiasmo e la vostra carità, le attività delle parrocchie, delle comunità, dei movimenti ecclesiali e dei gruppi giovanili ai quali appartenete. Siate solleciti nel cercare il bene dell’altro, fedeli agli impegni presi".
La Campagna propone ai giovani di realizzare nell’arco di tre settimane, dalla domenica di Pasqua quando è stata lanciata, dei gesti semplici e concreti, come raccogliere alimenti, vestiti e medicine per i poveri, donare sangue, visitare ed assistere le persone che soffrono, i bisognosi, i carcerati, costruire case per i poveri, partecipare ad azioni sociali e politiche. Ogni gruppo od organizzazione locale che promuova qualcuna di queste azioni, dovrà inviare i risultati ottenuti entro il 6 maggio, per consegnare al Santo Padre una lettera con i risultati di questa iniziativa dei giovani. (RG) (Agenzia Fides 12/4/2007; righe 31, parole 451)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network