ASIA/HONG KONG - “Eliminare insieme la povertà ed animare la famiglia con amore”: il messaggio per la Quaresima 2007 della diocesi di Hong Kong

martedì, 20 febbraio 2007

Hong Kong (Agenzia Fides) - “Eliminare insieme la povertà ed animare la famiglia con amore” è il tema indicato dalla Commissione per la preparazione quaresimale della diocesi di Hong Kong su cui si sofferma il messaggio per la Quaresima lanciato dal Vescovo di Hong Kong, il Card. Joseph Zen. All’inizio del testo si richiama il messaggio di Quaresima di Benedetto XVI: “Il Santo Padre Benedetto XVI ci invita a volgere lo sguardo a Colui che hanno trafitto (Gv 19,37) e a meditare l’enciclica ‘Deus Caritas Est’… Durante la Quaresima tanti fratelli e sorelle si preparano a ricevere il battesimo, a morire e risuscitare insieme a Gesù, condividendo la nuova vita portato da Lui. Anche noi, ‘fedeli di vecchia data’, dobbiamo rinnovarci ogni anno sperimentando nuovamente la gioia di essere parte del Corpo di Cristo! La trilogia di Quaresima è preghiera, sacrificio e carità”
Il messaggio è legato alla realtà sociale di Hong Kong. Questo anno il tema indicato dalla Commissione per la preparazione quaresimale diocesana è “Eliminare insieme la povertà ed animare la famiglia con amore”. Il Messaggio afferma: “La differenza tra i ricchi e poveri della nostra società è grave. Aiutare i poveri risulta un impegno urgente… La famiglia è una comunità di amore, ma ad Hong Kong si continuano a constatare tragedie domestiche. Quanto è debole la piccola famiglia della grande città! Se non consideriamo i vicini come nostri fratelli, come possiamo costruire la grande famiglia sul fondamento che è l’Amore di Cristo? L’egoismo interiore dell’uomo rifiuta la missione dell’amore. E troviamo sempre scuse: anche io sono povero, anche io ho tanti problemi, non sono in grado di aiutare gli altri”.
Ma esiste una soluzione, dice il messaggio: “se potessimo fissare il nostro sguardo su Gesù in Croce, non potremmo mai più fuggire da tale impegno. Questo mi fa ricordare la mamma di San Giovanni Bosco - scrive il Card. Zen -, che ha già iniziato il processo di beatificazione. I bambini accolti da don Bosco avevano distrutto il suo orto, sporcato i vestiti appena lavati. Un giorno che non ce la faceva più, chiese al figlio che la lasciasse tornare in campagna. Ma don Bosco non disse una parola e indicò soltanto la Croce. Di fronte a Gesù sulla Croce non gli rimase altro che arrendersi. Infatti lei rimase ad accudire i bambini capricciosi”. Alla fine il messaggio suggerisce: “Avete in casa una Croce grande? Se ancora non c’è, la Quaresima di questo anno potrebbe essere un’ottima opportunità per comprarne una. Auguro a tutti di raccogliere i frutti abbondanti della Quaresima”. (NZ)(Agenzia Fides 20/02/2007 Righe: 37 Parole: 443)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network