ASIA/CINA - Evangelizzare attraverso la musica sacra: un “Incontro di Preghiera - Concerto di Musica Sacra” il 14 ottobre nel decanato di Lu Wan della diocesi di Shang Hai

venerdì, 22 settembre 2006

Shang Hai (Agenzia Fides) - “Cantare l’Inno dell’Evangelizzazione” è il tema del prossimo “Incontro di Preghiera” che si terrà il 14 ottobre, pochi giorni prima della Giornata Missionaria Mondiale nella parrocchia di San Pietro del decanato di Lu Wan, nella diocesi di Shang Hai. Secondo quanto riferisce il sacerdote responsabile dell’iniziativa, “questa volta l’incontro assume una forma diversa, sarà un Concerto di Musica Sacra. In realtà è già la VII° edizione consecutiva di questa sorta di ‘evangelizzazione alternativa’ come la definiamo noi. L’iniziativa lanciata dal decanato di Lu Wan è indirizzata a tutte le parrocchie della diocesi per arricchire la vita cristiana, migliorare il livello di conoscenza della musica sacra ed anche della liturgia. E’ anche una opportunità per realizzare una maggiore comunione tra i fedeli. Abbiamo scelto per questi motivi di proporre l’iniziativa in ottobre, che è il mese della missione”.
La diocesi di Shang Hai gode di una importanza particolare nella storia della Chiesa in Cina, per la sua lunga storia, i suoi successi, diversi protagonisti dell’evangelizzazione ed anche per la sua estesa dimensione geografica. Inoltre, essendo una comunità cattolica in mezzo ad una superpotenza economica nascente ovvero ad un centro di consumismo dell’Estremo Oriente, la diocesi ha sempre dimostrato particolare vivacità nell’evangelizzazione e nella pastorale, insieme ad un’attiva partecipazione alla vita sociale e culturale. Come riferisce il sito diocesano http://www.catholic-sh.org/, la storia della Chiesa di Shang Hai risale alla dinastia Ming, tra il 500 ed il 600, con i missionari gesuiti p. Lazarus Cattaneo, compagno di p. Matteo Ricci. Nel 1608 c’erano già circa 200 fedeli. Durante i 300 anni seguenti, i gesuiti francesi si occuparono della missione fino all’istituzione della Gerarchia cinese nel 1946. La diocesi di Shang Hai possiede la prima basilica dell’Estremo Oriente, la Cattedrale di S. Ignazio di Lojola e la basilica di Nostra Signora di She Shan.
Oggi la comunità cattolica di Shang Hai è composta da 140.000 fedeli, 100 parrocchie e cappelle, circa 70 sacerdoti, una congregazione religiosa diocesana con 80 religiose e 30 novizie. Attraverso la sua casa editrice (che ha pubblicato oltre 300 titoli di libri religiosi e 6 riviste negli ultimi 20 anni), l’associazione dei cattolici - intellettuale e studentesca -, l’attività sociale, la comunità ha mostrato un volto rinnovato alla società, facilitando i contatti e l’evangelizzazione. La diocesi di Shang Hai è famosa anche per i suoi figli illustri, come il Card. Kong Pin Mei, Paolo Xu (1562-1633), il primo più importante cattolico mandarino, amico ed assistente di p. Ricci; e Ma Xiang Bo (1840-1939) grande educatore cattolico che fondò la più famosa università cattolica, quella di Fu Dan. (Agenzia Fides 22/9/2006 Righe: 29 Parole: 327)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network