OCEANIA/AUSTRALIA - La Chiesa più presente su mass-media: annunciato un documento dei Vescovi su Chiesa e mass-media

lunedì, 12 dicembre 2005

Sydney (Agenzia Fides) - La Chiesa cattolica australiana ha in progetto di aumentare l sua presenza nei mass media e di utilizzare i “nuovi pulpiti” per l’evangelizzazione che fanno parte della cultura e del mondo del terzo millennio. Proprio sulla relazione e sull’impegno della Chiesa nei mass media i Vescovi australiani hanno n programma di pubblicare un documento nel febbraio prossimo. La nuova Lettera Pastarale, si intitolerà “Andate, annunciate al mondo”.
“E’ una questione di consapevolezza”, ha sottolineato l’Arcivescovo di Perth, Mons. Barry Hickey. “Viviamo nell’era dei mass media. A volte stentiamo a riconoscerlo, preferendo comunicare solo all’interno della famiglia cattolica. Invece dovremo anche ascoltare il mondo e rispondere”. Mons. Hickey è responsabile della Commissione per la Comunicazione e i media, in seno alla Conferenze Episcopale, e ha suggerito un approccio più energico della comunità cattolica australiana verso il mondo dei mass-media. La Chiesa, ha detto, dovrebbe utilizzare maggiormente stampa, tv, Internet per diffondere Buona Novella.
La Chiesa australiana si sta sforzando di seguire le indicazioni della Santa Sede che più volte, nei diversi messaggi per la Giornata delle Comunicazioni Sociali, ha invitato i cristiani a cogliere le opportunità offerte dai nuovi mezzi di comunicazione.
Fra gli esempi recenti, è nata da poco una nuova iniziativa mensile promossa su web dalla Chiesa australiana, chiamata “Mission & Spirituality News”, specificamente dedicata alla missione. La newsletter, intende incoraggiare, fornire notizie e risorse alle diverse comunità cattoliche sparse nella nazione, fungendo da utile strumento di collegamento e condivisione. Il fine è quello di aiutare le parrocchie a compiere la loro missione evangelizzatrice e di divenire luoghi dove le persone crescano nella fede. La newsletter si focalizza soprattutto sul laicato, sottolineando il necessario contributo dei laici alla nuova evangelizzazione in Australia.
I cristiani hanno compreso l’urgenza di avere voci che offrano la corretta immagine della Chiesa in Australia. La Chiesa nota il grande progresso tecnologico dei mezzi di comunicazione di massa e la necessità di stare al passo con i tempi; inoltre ci si accorge di dover essere più incisivi in questo campo, che ricopre un ruolo cruciale dell’orientare le questioni sociali, politiche e religiose e nel creare una pubblica opinione. Per questo i Vescovi hanno scelto di riflettere su questo tema e pianificheranno il futuro impegno della Chiesa australiana in questo delicato settore. (Agenzia Fides 12/12/2005 Righe: 26 Parole: 279)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network