OCEANIA/AUSTRALIA - I Missionari del Sacro Cuore festeggiano 100 anni di servizio pastorale in Oceania

venerdì, 9 dicembre 2005

Sydney (Agenzia Fides) - I Missionari del Sacro Cuore (MSC), una delle Congregazioni religiose più diffuse e attive in Australia, festeggiano il 100° anniversario della loro presenza nel continente. La celebrazione per il centenario si svolge a Sydney, sotto la guida del Provinciale dell’Australia, P. Tim Brennan, che presiede una Santa Messa, a cui si prevede partecipino oltre 200 missionari, numerosi laici e fedeli, studenti, le autorità civili.
La presenza dei Missionari del Sacro Cuore in Oceania è legata al primo missionario francese che giunse nel 1885. Dopo le prime attività missionarie, la Provincia dei Missionari del Sacro Cuore fu istituita nel 1905 e i membri della congregazione hanno cominciato a impegnarsi nella Pastorale delle parrocchie, specialmente nelle aree con una vasta presenza di aborigeni, impegnandosi nel servizio, nelle scuole, nelle cappellanie, nei centri sociali e culturali.
I MSC furono tra le prime congregazioni missionarie europee ad accogliere gli aborigeni tra i propri membri. Oggi sono ancora molto impegnati nel favorire la riconciliazione e l’integrazione della comunità aborigena, che soffre dei problemi quali emarginazione, alcolismo, droga, abusi domestici, disoccupazione giovanile, criminalità. “Cerchiamo di far crescere una nuova speranza e di lavorare per l’armonia sociale fra la popolazione”, spiega p. Tony O’Brien, dei Missionari del Sacro Cuore di Palm Island, dove vive una numerosa comunità indigena. “Operiamo per l’unità della Chiesa e della società australiana”.
Nel 2004 i Missionari del Sacro Cuore (MSC) - congregazione fondata dal francese p. Jules Chevalier nel 1854, oggi presente in oltre 50 nazioni - hanno festeggiato in tutto il mondo 150 anni a servizio dell’annuncio del Vangelo e della promozione dell’uomo. (Agenzia Fides 9/12/2005 righe: 25 Parole: 254)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network