OCEANIA/AUSTRALIA - “No alla pena di morte”: campagna delle Pontificie Opere Missionarie australiane

martedì, 6 dicembre 2005

Sydney (Agenzia Fides) - “E’ una strada che l’Australia dovrebbe intraprendere senza indugi: dire NO alla pena di morte e Sì alla vita”, afferma p. Terry Bell, Direttore delle Pontificie Opere Missionarie in Australia.
Dopo le recenti manifestazioni pubbliche in oltre 300 città di Europa e Stati Uniti, anche i cittadini australiani sono chiamati a fare la loro parte, sottolinea il Direttore. In Asia, paesi come Corea, Giappone e Taiwan già hanno registrato progressi su questo fronte, con cambiamenti significativi nell’opinione pubblica e nella legislazione.
“Sarebbe meraviglioso che anche il popolo australiano potesse aderire o indire manifestazioni di tal genere, per dire No alla pena di morte ed esaltare il valore supremo della vita umana”, nota p. Bell. L'Australia ha abolito la pena di morte nel 1984 e ha votato a favore della risoluzione per l’abolizione della pena di morte approvata dalla Commissione Onu per i Diritti Umani.
Il sacerdote ricorda anche il caso di cronaca che ha agitato l’opinione pubblica nel Nuovissimo Continente: l’australiano di origine vietnamita Van Nguyen, giustiziato a Singapore il 2 dicembre, un caso che ha suscitato molto clamore e proteste.
L’enciclica di Giovanni Paolo II “Il Vangelo della vita”, ricorda p. Bell, ha ribadito ancora una volta che la pena di morte è non e necessaria ed è ingiustificata nella nostra epoca.
“Spesso nel dibattito pro o contro la pena di morte si cita la Bibbia, per giustificare una data posizione”, nota p. Bell. “Ma Gesù, se fosse vissuto oggi, non sosterrebbe certo la pena di morte: il comandamento ‘Non uccidere’ non si presta a molte altre interpretazioni. Piuttosto che alla vendetta, il cristiano è chiamato alla misericordia e al perdono”. Le Pontificie Opere Missionarie australiane intendono di impegnarsi per sostenere la campagna internazionale per l’abolizione della pena capitale.
(Agenzia Fides 6/12/2005 righe 25 parole 256)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network