EUROPA/SPAGNA - Sabato 1° ottobre, al “Colle degli Angeli”, centro geografico-spirituale della Spagna, attesi un migliaio di adoratori notturni dell’Eucaristia per la Veglia di chiusura del loro Congresso Eucaristico Nazionale

giovedì, 29 settembre 2005

Madrid (Agenzia Fides) - Il Congresso Eucaristico Nazionale dell’Adorazione notturna spagnola, apertosi il 3 aprile scorso, si concluderà con una solenne Veglia Eucaristica sabato 1° ottobre, nella “Basilica del Sacro Cuore” del Colle degli Angeli (Madrid), centro geografico-spirituale della Spagna. In questo luogo, dove il 30 maggio 1919 Re Alfonso XIII consacrò la Spagna al Sacro Cuore di Gesù, circa un migliaio di adoratori notturni dell’Eucaristia, secondo le previsioni degli organizzatori, parteciperanno all’adorazione del Santissimo Sacramento e si consacreranno al Cuore Divino di Gesù.
La cerimonia di conclusione del Congresso si aprirà con l’accoglienza degli adoratori e la processione delle bandiere di ogni gruppo. La solenne Veglia Eucaristica inizierà alle 22.30, presieduta da Sua Ecc. Mons. Joaquín López de Andujar y Canovas del Castillo, Vescovo di Getafe. Alle ore 23.45 si svolgerà la Processione Eucaristica che giungerà fino al luogo dove si trovano le rovine del monumento al Sacro Cuore, distrutto durante la guerra civile spagnola, qui avrà luogo un atto di riparazione. La veglia si chiuderà con la benedizione eucaristica ed il saluto alla Santissima Vergine Nostra Signora degli Angeli.
Il Congresso Eucaristico Nazionale dell’Adorazione notturna spagnola si era aperto il 3 aprile scorso, con lo slogan “Resta con noi, Signore. L’Eucaristia, fonte e culmine della missione della Chiesa”, e si è articolato in quattro sessioni teologiche, formative e pastorali. Le Sessioni hanno avuto luogo in diverse città, luoghi eucaristici per eccellenza (Daroca, Villarreal, Sevilla, Toledo, León, Madrid), scelte anche per favorire la partecipazione degli adoratori. Ad ogni sessione del Congresso hanno infatti partecipato più di 3.500 persone, insieme al Vescovo locale che presiedeva la Solenne Veglia e Processione Eucaristica. Obiettivo del Congresso è stato quello di “testimoniare al mondo, in tempi difficili come quelli odierni, la fede nella presenza reale del Signore nel Santissimo Sacramento” inoltre è stato occasione per approfondire la fede e l’impegno degli adoratori.
Ogni Sessione prevedeva una Conferenza teologica principale, una tavola rotonda ed infine la Solenne Veglia e Processione Eucaristica. I temi affrontati sono stati incentrati su diversi aspetti del sacramento dell’Eucaristia o relativi al culto e alla preghiera liturgica: “L’Eucaristia alla Scuola di Maria”, “La Domenica, festa principale del cristiano”, “Presenza reale e Adorazione Eucaristica”, “L’Eucaristia, Mistero di fede”; “L’Eucaristia progetto di solidarietà”. Le Tavole rotonde hanno ulteriormente approfondito i seguenti temi: “Mistagogia: Spiritualità propria della Messa, i iriti e le preghiere, i simboli nella celebrazione Eucaristica”; “Eucaristia e Religiosità Popolare; “La Catechesi sull’Eucaristia”; “Eucaristia e Liturgia delle Ore”.
Sua Ecc.za Mons. Julián López Martín, Vescovo della diocesi di León, che ha ospitato la quarta ed ultima sessione di questo grande evento, ha incoraggiato gli adoratori a perseverare nel loro impegno: “la vocazione degli adoratori notturni dell’Eucaristia, è una grazia, una testimonianza di grandissimo valore nella Chiesa. Lo Spirito suscita continuamente carismi, funzioni, attività apostoliche di ogni tipo, questa della contemplazione, di curare la vita spirituale nutrendola nella preghiera, è una priorità pastorale importantissima e deve esserlo per ogni credente e per ogni discepolo di Gesù, anche per coloro che hanno tanto da fare e sembra che non abbiano tempo neanche per pregare”. (RZ) (Agenzia Fides 29/9/2005, righe 40, parole 527)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network