AMERICA/CILE - In corso a Santiago le Giornate nazionali sul tema “Eucaristia e celebrazioni con i bambini”, per migliorare le celebrazioni con i bambini alla luce del Magistero e di alcune esperienze

mercoledì, 13 luglio 2005

Santiago del Cile (Agenzia Fides) - Organizzate dalla Pastorale dell’Infanzia e dalla Commissione Nazionale di Liturgia della Conferenza Episcopale Cilena, sono in corso nella capitale le Giornate Nazionali sul tema “Eucaristia e celebrazioni con i bambini”, con il sottotitolo “Lasciate che i bambini vengano a me”. L’evento, dal 12 al 14 luglio, ha luogo presso la Casa di Ritiri “Padre Hurtado” a Santiago del Cile.
Obiettivo centrale di queste giornate di studio, di riflessione e condivisione, è approfondire la conoscenza e la comprensione dell’Eucaristia, per migliore le celebrazioni con i bambini, alla luce del Magistero della Chiesa, di alcune esperienze, della stessa religiosità dei bambini. Si intende quindi riflettere sulla esperienza religiosa dei bambini; conoscere e approfondire il Direttorio per le Messe con i bambini; condividere alcune esperienze di celebrazioni con i bambini; celebrare il passaggio di Dio nella propria vita ,ecc.
Nelle prime due sessioni sono state presentate alcune esperienze di celebrazioni con i bambini e si sono analizzate alcune esperienze. Quindi il programma prevede una riflessione incentrata sulla conoscenza del bambino dal punto di vista della sua percezione e apertura al tema religioso. P. Guillermo Rosas illustrerà quindi il tema “Direttorio delle Messe con i bambini ed elementi per le celebrazioni”. Nei lavori di gruppo verranno messe a confronto le esperienze con i temi affrontati. Le conclusioni dei lavori di gruppo saranno poi presentate all’assemblea plenaria. Il tema di giovedì 14 luglio sarà “Preparazione delle celebrazioni per gruppi”. La Celebrazione Eucaristica con i bambini di una scuola chiuderà i lavori di queste giornate. (RZ) (Agenzia Fides 13/7/2005, righe 20, parole 282)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network